Ti trovi in Home Notizie 23 AGOSTO: GIAN PAOLO PRANDSTRALLER A CORTINA
23 AGOSTO: GIAN PAOLO PRANDSTRALLER A CORTINA PDF Stampa E-mail
Lunedì 22 Agosto 2011 14:38

 

"I LAGHI ITALIANI DI COROT": UN VIAGGIO ARTISTICO E SENTIMENTALE NEI PAESAGGI DEL GRANDE PITTORE

PRANDSTRALLERUn omaggio a Corot, alla sua vita e alla sua arte. Ma anche e soprattutto un’appassionante rievocazione storica del viaggio del grande pittore in Italia, fatta con la competenza dell’uomo di cultura. Sarà Gian Paolo Prandstraller l’ospite, il prossimo martedì 23 agosto 2011, alle ore 18, di Una Montagna di Libri, la rassegna di incontri con l’Autore di Cortina d’Ampezzo. Il professor Prandstraller racconterà al pubblico cortinese il suo nuovo romanzo: “I laghi italiani di Corot” (Cleup), introdotto dalla giornalista del “Sole 24 Ore” Maria Irma Mariotti. Come sempre alla Sala Cultura del Palazzo delle Poste.

Gian Paolo Prandstraller, sociologo, professore emerito all’Università di Bologna e autore di numerosi saggi, tra cui “L’imprenditore quaternario. Avanguardie del capitalismo immateriale” (2009) e “La rinascita del ceto medio” (2011), presenta ora un romanzo sulla giovinezza e il primo viaggio in Italia di Camille Corot. Il padre del paesaggio lirico moderno. È appunto un romanzo, ma pieno delle vicende artistiche e romantiche di Corot, nell’Italia di allora, colma di bellezza, seduzione, e malinconia, immemore dell’antica grandezza.

Il libro. Il viaggio del giovane Jean-Baptiste Camille Corot in Italia tra il 1825 e il 1828, con il suo innamorarsi della luce delle campagne romane e dello spettacolo offerto dai laghi circostanti. L’Italia dei ‘carbonari’ e degli staterelli reazionari – che i giovani artisti e poeti europei, seguendo il sogno di Goethe, volevano ardentemente conoscere – sarà per Corot fonte di ispirazione per la creazione di quel ‘paesaggio lirico’ per il quale l’artista passerà alla storia come precursore dell’impressionismo.

Il colloquio tra Corot e Baudelaire a conclusione del romanzo rivela quanto moderna fosse tale visione. Un grande romanzo storico, ma soprattutto l’incontro con un uomo deciso a realizzare la propria vocazione: diventare un artista.

Appuntamento quindi martedì alle ore 18.00, come sempre nel calore della Sala Cultura del Palazzo delle Poste di Cortina d’Ampezzo. A un passo da Corso Italia. Ingresso libero.

  • Save the date. E’ tutto pronto, intanto, per la proclamazione dei vincitori del Premio Cortina d’Ampezzo. Giovedì 25 agosto 2011, all’Alexander Girardi Hall, si terrà la finale assoluta del nuovo riconoscimento letterario intitolato alla Regina delle Dolomiti. Tra gli autori in gara, Ferdinando Camon, Federica Manzon, Mariapia Veladiano, Umberto Matino, Gino Nebiolo, Francesco Vidotto. Ore 18.
 
 

Galleria fotografica

Seguici su facebook