Ti trovi in Home
Una Montagna di Libri - Cortina d'Ampezzo
CORTINA, E' TUTTO PRONTO PER L'ESTATE 2012 PDF Stampa E-mail
Scritto da Francesco Chiamulera   
Giovedì 21 Giugno 2012 22:45

VENEZIA, HOTEL PRINCIPE, 28 GIUGNO: PRESENTAZIONE DI UNA MONTAGNA DI LIBRI ESTATE 2012 

 LA VI EDIZIONE DEGLI INCONTRI CON L'AUTORE DI CORTINA D’AMPEZZO. NUOVO PROGRAMMA, NUOVI OSPITI

 

cortina_foto_giacomo_pompanin

Torna Una Montagna di Libri. Con oltre quaranta incontri annuali, la rassegna fondata dal giovane cortinese Francesco Chiamulera e dalla psicoterapeuta e scrittrice Vera Slepoj, che la organizzano con Alberto Sinigaglia (fondatore con Arrigo Levi del "Tuttolibri"), è la manifestazione protagonista della stagione letteraria cortinese.


La VI Edizione della rassegna - ricca di idee, di stimoli e di riflessione, ma a budget (quasi) zero - sarà presentata ufficialmente 

 

Giovedì 28 giugno – Ore 11

Hotel Principe Venezia.


Presentano il calendario dell’Estate 2012 (completamente rinnovato, con molte sorprese):

 

FRANCESCO CHIAMULERA

Responsabile Una Montagna di Libri

VERA SLEPOJ

Presidente Onorario Una Montagna di Libri.


Interviene 

GIOVANNA MARTINOLLI 

Assessore alla Cultura -Comune di Cortina d'Ampezzo


Sarà presente

STEFANO ZECCHI 

Filosofo e scrittore.


Giovedì 28 giugno, Ore 11

Hotel Principe Venezia

Rio Terà Lista de Spagna, 146 -Venezia

Tel. 041.2204000.


A seguire: rinfresco offerto dall'Hotel. 

Ultimo aggiornamento Domenica 24 Giugno 2012 20:15
 
Un "Premio Cortina" per i grandi libri italiani PDF Stampa E-mail
Scritto da Francesco Chiamulera   
Martedì 30 Novembre 2010 15:42

LO RIVELANO GLI ORGANIZZATORI DI “UNA MONTAGNA DI LIBRI”
PRESENTATA A CORTINA D'AMPEZZO LA TERZA EDIZIONE DEGLI INCONTRI CON L'AUTORE

 

copertina_Depliant«Realizzeremo a breve il “Premio Cortina d’Ampezzo per la letteratura”, da attribuire ai grandi libri italiani e internazionali». Lo ha annunciato oggi a Cortina Francesco Chiamulera, responsabile di Una Montagna di Libri, la rassegna di incontri con l’Autore della Regina delle Dolomiti, presentando al pubblico ampezzano la  Terza edizione della manifestazione.

 

«Sarà un premio libero, che punterà ai contenuti delle opere, anche a prescindere dai meccanismi editoriali con cui solitamente vengono effettuate le scelte», ha spiegato Vera Slepoj, Presidente onorario di Una Montagna di Libri insieme ad Alberto Sinigaglia. Quanto alle modalità dell’organizzazione del Premio, prosegue la Slepoj, «dovremo ora procedere a un’attenta selezione dei membri della futura giuria».

 

Slepoj e Chiamulera hanno illustrato il programma invernale della rassegna di incontri con l’Autore, alla presenza dell’Assessore alla Cultura del Comune di Cortina d’Ampezzo Giovanna Martinolli e del Presidente del Consiglio Provinciale di Belluno Stefano Ghezze.

 

Un’edizione che comincia prestissimo: fin dal 6 dicembre, in corrispondenza con il ponte dell’Immacolata, a Una Montagna di Libri si darà appuntamento al Palazzo delle Poste, nel cuore pulsante di Cortina, a un passo dal Corso Italia, una selezione di alto livello di autori e intellettuali italiani.

«E’ con grande gioia che diamo inizio alla nuova edizione di “Una Montagna di Libri”. Le due parole “montagna” e “libri” hanno un significato importante: la montagna siamo noi, e i libri sono tutto quello che viene da fuori e da dentro di noi», ha detto l’Assessore Martinolli, ricordando «l’importanza strategica che il nostro Comune attribuisce a questa manifestazione».

 

Ma ecco tutti i nomi dell’edizione invernale: grandi narratrici e narratori, come Michela Murgia, Antonia Arslan, Marta Boneschi, Arrigo Petacco; figure dell’alta cultura, filosofi e intellettuali di primo piano, come Alberto Asor Rosa, Giacomo Marramao, Vera Slepoj; giornalisti e direttori di testate nazionali, come Marina Valensise, Leonardo Boriani, Omar Monestier, Alberto Sinigaglia, Giampiero Beltotto, Marisa Fumagalli, Dario Fertilio, Sara D’Ascenzo; politici come il vicesindaco di Padova Ivo Rossi e il sindaco di Cortina Andrea Franceschi; attori come Carlo Simoni, musicisti come Massimo Scattolin.

 

Ma non finisce qui. Lunedì 27 dicembre Una Montagna di Libri ospiterà la première cortinese del Mereghetti 2011, il più importante dizionario dei film italiani, attesissimo come ogni due anni. A presentarlo sarà ovviamente l’autore, Paolo Mereghetti.

Il 6 gennaio 2011, poi, la rassegna si trasferirà per un pomeriggio all’Alexander Girardi Hall, la grande sala polifunzionale di Cortina, dove Giuseppe Di Piazza, direttore di “Sette”, condurrà un grande omaggio collettivo alla figura di Pietro Calabrese, scomparso a settembre. Si chiamerà “Il senso di Pietro per la vita”, e sarà quasi uno spettacolo, fatto di musica, riflessione, poesia. Alla presentazione dei due libri di Calabrese, “L’albero dei mille anni” (Rizzoli) e “Il senso di Gino per la vita” (Rcs) si accompagneranno un intervento di Vera Slepoj e la lettura di alcuni brani dei libri da parte dell’attore Carlo Simoni. Il Maestro Massimo Scattolin introdurrà la serata con un concerto alla chitarra.

 

Altre donne, ancora, sono le protagoniste di Una Montagna di Libri: Clelia Tabacchi Sabella, storica amica di Cortina, anima del Premio Alvise Cornaro, intreccerà il 30 dicembre una riflessione sui temi di cui si occupa da sempre il Centro Studi da lei fondato e presieduto: “Vivere a lungo e bene”.

 

Forte del sostegno della Regione Veneto e del Comune di Cortina d’Ampezzo, con il quale vige una convenzione quadriennale, di numerosi patrocini istituzionali, e soprattutto del contributo di una costellazione di piccoli e grandi sponsor privati, la III edizione di Una Montagna di Libri si mostra più ricca che mai quanto a presenza femminile: la metà dei relatori della manifestazione sono donne.

 

L’accoglienza degli ospiti è curata dal Cristallo Hotel Spa & Golf, l’unico 5 stelle lusso di Cortina d’Ampezzo. La distribuzione dei libri è affidata alla storica Libreria Sovilla di Cortina.

Gli sponsor della rassegna sono: Cooperativa di Cortina, Trifoglio Boutique, Liborio, La Ruota è Claudio Zanettin, Cassa Rurale ed Artigiana di Cortina d’Ampezzo e delle Dolomiti, Fondiaria SAI di Mirco Zandonella, Voci di Cortina. Dinner partners della manifestazione sono i ristoranti Villa Oretta, Leone e Anna, Agriturismo El Brite de Larieto, Ospitale, Lago Scin, Pontejel. Lunch partners, i ristoranti La Tavernetta e Ariston.

Novità assoluta della III Edizione sono, le piccole degustazioni che seguiranno ogni presentazione. Con i nuovi partner della manifestazione: i Bibanesi e il Prosecco Battistella.

 

Una Montagna di Libri è realizzata in collaborazione con la Gestione Impianti Sportivi di Cortina, del Consorzio Cortina Turismo, dell’emittente ampezzana Radio Cortina e della rassegna Cortinametraggio.

 
PREMIO CORTINA, SCOPRIAMO LA II EDIZIONE PDF Stampa E-mail
Scritto da Francesco Chiamulera   
Venerdì 11 Maggio 2012 07:56

PRESENTAZIONE UFFICIALE. MILANO, SPAZIO SCIC, 17 MAGGIO 2012

foto_giuria_2011
Torna il Premio Cortina d’Ampezzo. Nel 2011, al suo esordio, aveva incoronato Mariapia Veladiano (“La vita accanto”, Einaudi), Francesco vidotto (“Siro”, Minerva), Marco Presta (“Un calcio in bocca fa miracoli”, Einaudi). Che cosa accadrà nell’estate che si prepara?

Torna il riconoscimento nazionale della letteratura, dopo il successo della prima edizione. La Regina delle Dolomiti è pronta ad accoglierlo, con una giuria composta da figure di primo piano della cultura, dell’editoria, della stampa e dell’impresa italiana.

La seconda Edizione del Premio Cortina d’Ampezzo sarà presentata ufficialmente Giovedì 17 maggio 2012, ore 11.30 presso lo Spazio SCIC di Milano, Via Durini 19.

 

 

 

Intervengono, tra gli altri:

Vera Slepoj, Presidente e ideatore del Premio

Gian Arturo Ferrari, Presidente della Giuria Premio Cortina

Arrigo Petacco, Presidente della Giuria Premio della Montagna


e i Giurati del Premio, tra i quali

Mario Mele, Presidente Mario Mele & Partners 

Walter Mariotti, Vicedirettore Panorama

Carlo Montanaro, Direttore Style

Dino Tabacchi, Presidente Salmoiraghi & Viganò

Claudio Brachino, Direttore Videonews

Marina Valensise, Il Foglio 

Alberto Sinigaglia, La Stampa


Francesco Chiamulera, Responsabile organizzativo del Premio


Ultimo aggiornamento Venerdì 11 Maggio 2012 08:05
 
ECCO IL PREMIO CORTINA D'AMPEZZO PDF Stampa E-mail
Scritto da Francesco Chiamulera   
Giovedì 17 Maggio 2012 15:08

PRESENTATA LA II EDIZIONE DEL RICONOSCIMENTO LETTERARIO. 30 AGOSTO 2012

foto_giuria_2011Una serrata ma cristallina competizione al vertice delle sommità letterarie, per premiare le migliori opere di narrativa dell’anno. Due Giurie di eccellenza impegnate da oggi nella selezione, fino alla premiazione finale, fissata per il 30 agosto 2012. Una grande novità: nasce il primo “Premio dei Premi” letterari europei, il First European Book. Il tutto nella cornice meravigliosa delle Alpi.

Il Premio Cortina d’Ampezzo (www.premiocortina.it) compie un anno. La II Edizione del riconoscimento letterario intitolato alla Regina delle Dolomiti è stata presentata oggi, giovedì 17 maggio, presso lo spazio SCIC di Milano, in Via Durini.

Il Premio, ideato e voluto da Vera Slepoj, psicologa e scrittrice, con lo storico cortinese Francesco Chiamulera, vede all’opera due Giurie composte da figure di primo piano della cultura, dell’editoria, della stampa e dell’impresa italiana, che premieranno rispettivamente la migliore opera di narrativa nazionale e il miglior libro, italiano o internazionale, che si ispiri, abbia a tema, racconti o illustri la Montagna.

LE GIURIE.  A presiedere la prima Giuria è chiamato Gian Arturo Ferrari, Presidente del Centro per il Libro istituito dal Consiglio dei Ministri; alla guida della seconda è lo scrittore e giornalista Arrigo Petacco.

Nulla cambia nella composizione delle due Giurie, in cui siedono il direttore di Airone e Natural Style Andrea Biavardi, il direttore di Videonews Claudio Brachino, il presidente del Parco Naturale delle Dolomiti d’Ampezzo Gianfrancesco Demenego, la scrittrice e critica letteraria Nadia Fusini, il Vicedirettore di Panorama Walter Mariotti, il filosofo Giacomo Marramao, l’Assessore alla Cultura del Comune di Cortina Giovanna Martinolli, il presidente di Mario Mele & Partners Mario Mele, la scrittrice Milena Milani, il direttore di Style Carlo Montanaro, Giuliano Pisani, già Assessore alla Cultura del Comune di Padova, l’editorialista del Corriere delle Alpi Ennio Rossignoli, la storica animatrice della cultura a Cortina Clelia Tabacchi Sabella, Alberto Sinigaglia del quotidiano La Stampa, la Famiglia Sovilla, il Presidente di Salmoiraghi & Viganò Dino Tabacchi, la giornalista e scrittrice Marina Valensise, il Rettore dell’Università di Padova Giuseppe Zaccaria, il vicepresidente della Casa Vinicola Zonin Francesco Zonin, Marino Zorzato, Assessore alla Cultura e Vicepresidente della Regione del Veneto.

Le due categorie hanno incoronato all’esordio, nel 2011, Mariapia Veladiano (“La vita accanto”, Einaudi), e Francesco Vidotto (“Siro”, Minerva).


francesco_chiamulera_foto_giacomo_pompaninIL PREMIO WEB
.  Il Premio chiama inoltre a raccolta il popolo del web per una terza categoria premiante: il Premio Internet Cortina d’Ampezzo, che consente a chiunque, a tutti gli amanti della lettura e dei libri, di scegliere l’opera che ritengono di maggior valore, attraverso una libera votazione, che si terrà a luglio e agosto attraverso il sito web www.premiocortina.it. Un’iniziativa che nell’anno passato ha scatenato le energie di migliaia di utenti certificati, che hanno premiato a grande maggioranza Marco Presta, autore di “Un calcio in bocca fa miracoli”, Einaudi.

Ecco le tappe salienti della competizione. Tra maggio e giugno, le case editrici italiane proporranno all’attenzione dei giurati le opere, che saranno selezionate e ristrette a una “settina” di semifinalisti, a giugno. Successivamente, a fine luglio, verranno individuati i tre finalisti nelle due categorie del Premio, che saranno presenti alla cerimonia di premiazione che si terrà ovviamente a Cortina il 30 agosto 2012, quando verrà svelato il nome del vincitore. La cerimonia sarà seguita da un’importante cena di gala, che si terrà presso lo storico albergo ampezzano Hotel Cortina, su Corso Italia.

Una selezione cristallina, imperniata sul puro valore letterario delle opere, lontana il più possibile dai condizionamenti e dalle opacità che talvolta caratterizzano le competizioni letterarie”, promettono gli organizzatori Vera Slepoj e Francesco Chiamulera.

CHI SCENDE E CHI SALE. “Le tendenze negative nel mondo editoriale che abbiamo notato dal nostro osservatorio”, segnalano i responsabili del Premio, “sono: 1. il calo delle opere autoreferenziali delle celebrità, a meno che esse non possiedano particolari capacità narrative o delle storie molto particolari; 2. si chiude la fase dei ‘nuovi’ libri di cucina, di quelli cioè che non hanno una storia e una competenza riconosciuta; 3. sono in flessione anche i libri di semplificazione esistenziale, con i consigli su come costruire la propria vita o le relazioni sentimentali; 4. crolla, infine, l’interesse per i libri scritti dai politici”.

“Si nota un nuovo interesse, viceversa”, proseguono gli organizzatori, “per i saggi di storia, innanzitutto, e per i libri di economia, intesi però come approfondimento conoscitivo (non quelli usa-e-getta, che proponevano facili soluzioni), mentre resta importante la richiesta di grande narrativa, di romanzi di spessore. La formazione vince sulla divagazione, la volontà di conoscenza sullo svago e l’intrattenimento”.

FIRST EUROPEAN BOOK. E mentre è tutto pronto per questa II Edizione, gli organizzatori annunciano la prossima creazione del First European Book: un “premio dei premi” europei che sarà attivo nel 2013, che individuerà, tra le opere vincitrici dei grandi riconoscimenti letterari dell’anno in alcune grandi nazioni europee, l’opera di maggiore valore, per premiarla ovviamente a Cortina. slepoj_small

Il riconoscimento sarà presentato ufficialmente il prossimo 30 agosto, durante la finale del Premio Cortina.

I PREMI. Con il Premio Cortina d’Ampezzo sarà attribuita al vincitore una speciale creazione in oro, realizzata appositamente dal maestro d’arte e grande creatore di gioielli  Luca Ferrari, della Ferrari Gioielli (www.ferrariliucagioielli.it), che riprodurrà il logo del Premio. «Sarà una creazione artigianale, che realizzerò personalmente, a mano, e che dedicherò al Premio Cortina», dice Ferrari. (Vedi scheda in allegato).

Al vincitore del Premio della Montagna Cortina d’Ampezzo andrà una speciale creazione in vetro, realizzata dal maestro vetraio Daniele Biasin, della History of Glass (www.biasinartisticglass.com), che splenderà della migliore tradizione veneta di lavorazione del vetro. (Vedi scheda in allegato).

Il Premio Internet Cortina d’Ampezzo 2012 consiste in un’opera di eccezionale valore artistico che sta venendo realizzata dallo scultore Maurizio D’Agostini. “Cultura e natura congiunte insieme da una spirale indissolubile”, la descrive D’Agostini. “Il libro è la conoscenza, il sapere. L’albero è la bellezza spontanea e la forza della natura, che va oltre lo scibile”. (Vedi scheda in allegato).

Un artista di fama internazionale dedicherà al Premio, come fatto nell’anno passato, una propria opera, che avrà come tema, ovviamente, la Montagna. La commissione scientifica è coordinata dall’esperta d’arte londinese Maria Teresa Setaro. Mentre il pittore e giornalista Ferruccio Gard, tra i protagonisti a livello mondiale del nuovo astrattismo, ha scelto di creare per questa edizione del Premio Cortina una sua nuova opera, che verrà presentata nei prossimi mesi in anteprima assoluta.

“La promozione del libro e della lettura”, ha detto il Vicepresidente del Veneto Marino Zorzato, “è un ambito che occupa un posto di primo piano nelle politiche culturali regionali e il Premio Cortina contribuisce a promuovere l’immagine culturale del Veneto da una vetrina di assoluta eccellenza”.

“Il Premio Cortina”, ha detto Giuseppe Zaccaria, Rettore dell’Università di Padova, “ha avuto un avvio estremamente felice e promettente e ci sono tutte le condizioni perché possa crescere e affermarsi come un punto di riferimento significativo sul piano nazionale”.

“Un Premio giovane, ma già forte e conosciuto, che associa al prestigio di Cortina d’Ampezzo un’iniziativa di alto livello culturale. Cortina è sempre stata una capitale della letteratura italiana e internazionale, e il Premio Cortina contribuisce in modo determinante a rinnovare questa tradizione”, dichiara Andrea Franceschi, Sindaco di Cortina d’Ampezzo.

Il Premio Cortina d’Ampezzo è possibile grazie ad hotel e ristoranti di charme di Cortina, che offriranno ai Giurati un’ospitalità del livello della Regina delle Dolomiti. Collaborano con il Premio Cortina: l’Hotel Cortina; gli alberghi Cristallo Hotel Spa & Golf, Hotel de la Poste, Franceschi Park Hotel e Park Hotel Faloria, che provvederanno anch’essi all’accoglienza dei Giurati.

Il Premio Cortina d’Ampezzo è realizzato con il sostegno della Regione Veneto e del Comune di Cortina d’Ampezzo e con la collaborazione di Gestione Impianti Sportivi di Cortina, Consorzio Cortina Turismo, rivista Cortina Topic, l’Associazione Albergatori di Cortina, Radio Cortina, Notiziario di Cortina, Voci di Cortina.

Tra gli sponsor del Premio: Archeda Bathrooms, Trifoglio Boutique Cortina d’Ampezzo, Cooperativa di Cortina, Cassa Rurale ed Artigiana di Cortina d’Ampezzo e delle Dolomiti.

Sponsor tecnici: Acqua di Parma®, la cioccolata di Caffarel®, i vini Marco Felluga® e Casa Vinicola Zonin® e le speciali sciarpe di seta dello stilista umbro Claudio Cutuli®.
 
A CORTINA, LA CULTURA SCONFIGGE LA CRISI PDF Stampa E-mail
Scritto da Francesco Chiamulera   
Mercoledì 11 Aprile 2012 10:45

TUTTO ESAURITO PER LA V EDIZIONE DI UNA MONTAGNA DI LIBRI: I NUMERI DI UN SUCCESSO

foto_giacomo_pompanin_1585La cultura sconfigge la crisi: ha chiuso con il tutto esaurito la V Edizione di Una Montagna di Libri. La rassegna di incontri con l’Autore di Cortina d’Ampezzo ha salutato un pubblico folto nella mattina di Pasqua, con l’ultimo incontro con il grande giornalista e narratore della Storia Arrigo Petacco, dopo una intensa stagione invernale. E ha dato l’appuntamento ai tanti ospiti e residenti della Regina delle Dolomiti a luglio, per la prossima edizione. Con molte novità.

I numeri. Oltre mille presenze in sala, 12 appuntamenti lungo tutto l’inverno e la primavera cortinese, tra il ponte dell’Immacolata e Pasqua. Venticinque gli ospiti della rassegna, tra scrittori, intellettuali, giornalisti, figure della cultura e della riflessione, musica e teatro. Ma la V Edizione ha investito più che mai sul web: quasi 4.000 contatti sul sito internet della rassegna (con una crescita del 35% sull’anno precedente), più di 1.000 visite alla pagina Facebook, oltre 800 visualizzazioni video sul canale YouTube della rassegna, e 100 tweet inviati su Twitter, uno strumento sul quale gli organizzatori hanno puntato decisamente, per realizzare vere e proprie “dirette” dalla manifestazione, attraverso palmari e tablet.

Gli organizzatori. Nata da un’idea di Vera Slepoj, psicoterapeuta e scrittrice, e di Francesco Chiamulera, storico cortinese, che la organizzano con Alberto Sinigaglia del quotidiano La Stampa, Una Montagna di Libri ha portato a Cortina d’Ampezzo, in due anni di attività, un calendario fitto di appuntamenti con il meglio della cultura italiana contemporanea.

“In un anno così difficile” ha detto Vera Slepoj, “la cultura è riuscita a compensare il senso di vuoto che si crea ogni volta che si verificano questislepoj_small
passaggi profondi di trasformazione sociale. Il pubblico di Cortina ha saputo confermare questo valore e ha compreso gli sforzi che facciamo nella convinzione che la cultura dia gli strumenti ai cittadini per affrontare anche le situazioni più complesse. E’ il nostro modo per credere ancora nell'impegno civile e sociale. I libri sono questo, purché trasmettano valori autentici e non siano una seduzione culturale, che non è cultura”.

“Creatività e innovazione battono la crisi”, ha detto Francesco Chiamulera. “Cortina è un luogo di eccellenza, dove continuare a proporre il meglio di un’antica tradizione di letteratura e cultura, senza rinunciare alle nuove tecnologie. Abbiamo rilanciato collaborazioni importanti con le realtà che hanno fatto grande questo paese. Una Montagna di Libri è possibile grazie alla solidarietà e alla cornice comunitaria di un paese che non ha perso la propria anima né l’ha venduta al miglior offerente”.

“Complimenti allo staff di Una Montagna di Libri, una rassegna che cresce vistosamente, di edizione in edizione”, hanno detto il Sindaco di Cortina d’Ampezzo Andrea Franceschi e l’Assessore alla Cultura Giovanna Martinolli, intervenendo alla chiusura della rassegna.

Gli Ospiti. L’incontro con Arrigo Petacco, nella cornice eccezionale del Museo d’Arte Moderna Mario Rimoldi, ha chiuso un programma che ha visto la partecipazione, tra gli altri, di personalità del calibro di Andrea Molesini, Mariapia Veladiano, Aldo Cazzullo, Khaled Fouad Allam, Giuseppe Zaccaria, Vera Slepoj, Omar Monestier, Walter Mariotti, Fausto Arrighi, Stefano Zurlo, Enrico Semprini, Marisa Fumagalli, Massimo Scattolin, Andrea Franceschi, Andrea Biavardi, Alberto Sinigaglia, Federico Vecchio, Paolo Branca, Vera Schiavazzi, Marisa Zanzotto.

Segreteria e video editing sono curati da Valeria Bacco. La rassegna è stata realizzata con il contributo decisivo di Christian Bressan, Marina Citterio, Alessandra de Bigontina, Elisabetta Fontana, Alice Gaspari, Guja Lucheschi, Stanilla Lucheschi, Alessandro Mazzucato, Marina Menardi, Carlo Menegante, Serena Palatini, Edoardo Pompanin, Irene Pompanin, Gabriele Principato, Federico Raimondi, Patrizia Romani, Rita Salvestroni, Wendy Siorpaes, Franco Sovilla, Mariateresa Sponza D’Agnolo, Davide Zuin.

francesco_chiamulera_foto_giacomo_pompaninI Partner coinvolti. Una Montagna di Libri è possibile grazie al sostegno e al patrocinio della Regione Veneto, con il Vicepresidente Marino Zorzato, e del Comune di Cortina d’Ampezzo, con il quale vige una convenzione quadriennale, di numerosi patrocini istituzionali, tra i quali quello della Provincia di Belluno, del sostegno della Fondazione Silla Ghedina con il presidente Gianquinto Perissinotto, e del contributo di una costellazione di piccoli e grandi sponsor privati.

L’accoglienza degli ospiti è curata dal Cristallo Hotel Spa & Golf e dall’Hotel Cortina, insieme a Hotel de la Poste e Park Hotel Faloria. La distribuzione dei libri è affidata alla storica Libreria Sovilla.

Gli sponsor della rassegna sono: Archeda Bathrooms, Cooperativa di Cortina, Trifoglio Boutique, Liborio, La Ruota è Claudio Zanettin, Cassa Rurale ed Artigiana di Cortina d’Ampezzo e delle Dolomiti, Fondiaria SAI di Mirco Zandonella, Voci di Cortina, Battistella, il Prosecco, Bibanesi, Casa Vinicola Zonin. Dinner partner sono i ristoranti Villa Oretta, El Brite de Larieto, Al Camin, Lago Scin, Da Beppe Sello. Lunch partner, i ristoranti Leone e Anna, El Bronsin, La Tavernetta e Ospitale.

Una Montagna di Libri è realizzata in collaborazione con la Gestione Impianti Sportivi di Cortina, il Museo d’Arte Moderna Mario Rimoldi, le Regole d’Ampezzo, il Consorzio Cortina Turismo, la Polizia Locale di Cortina d’Ampezzo con il comandante Nicola Salvato, Radio Cortina, il Notiziario di Cortina, Cortina Vacanze Oggi, il Festival e Accademia Dino Ciani e l’Hotel Principe di Venezia. Media partner della rassegna sono la rivista Cortina Topic, Corriere delle Alpi, Voci di Cortina. Le fotografie sono di Giacomo Pompanin. Il concetto è curato da DinoDesign.

Arrivederci all’estate. Fervono i preparativi per la prossima edizione di Una Montagna di Libri. Intanto, gli organizzatori sono al lavoro per la seconda edizione del Premio Cortina d’Ampezzo, il primo riconoscimento letterario nazionale intitolato alla Regina delle Dolomiti, che avrà luogo nell’estate 2012 e premierà la migliore narrativa. Per tutti coloro che volessero partecipare alle selezioni: info sul sito web www.premiocortina.it . (Foto Giacomo Pompanin)

cortina_foto_giacomo_pompanin


Ultimo aggiornamento Mercoledì 11 Aprile 2012 11:00
 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 1 di 19