Marco Paolini: "Numero Primo"? Un tentativo di farsi delle domande