News

23/05/2018

AMITAV GHOSH

La più grande estate con i libri e gli autori tra le Dolomiti sta per cominciare. In attesa di scoprire il fantastico programma della XVIII Edizione di Una Montagna di Libri, la festa internazionale della lettura di Cortina d’Ampezzo, nasce una nuova iniziativa. Si chiama VersoCortina l’appuntamento speciale che Una Montagna di Libri inaugura a Milano, in una sede di eccezione: il giardino segreto di Palazzo Durini, dove ha sede Agenzia del Contemporaneo. 
 
Saranno Cristiano Seganfreddo, fondatore di AdC, e Francesco Chiamulera, responsabile di Una Montagna di Libri, a dare il benvenuto ad Amitav Ghosh, scrittore indiano protagonista della letteratura mondiale. A Milano, in anteprima assoluta sulla stagione cortinese, Amitav Ghosh parlerà di La grande cecità, il suo ultimo libro edito da Neri Pozza, sul cambiamento climatico.
 
Amitav Ghosh è nato a Calcutta nel 1956, ha studiato a Oxford e vive tra la sua città natale e New York. Considerato uno dei più grandi scrittori indiani, per Neri Pozza ha pubblicato tra gli altri Il paese delle maree (2005), Circostanze incendiarie (2006), Il palazzo degli specchi (2007), Mare di papaveri (2008), Il cromosoma Calcutta (2008), Lo schiavo del manoscritto (2009), Le linee d'ombra (2010), Diluvio di fuoco (2015).
 
L'incontro con Amitav Ghosh è per martedì 29 maggio 2018, alle 19, presso Agenzia del Contemporaneo, Palazzo Durini, Milano. Ingresso su accredito all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.
27/03/2018

GIUSEPPE CRUCIANI

Giuseppe Cruciani intercetta ogni giorno gli umori vibranti del paese da un punto di ascolto privilegiato – la trasmissione La Zanzara su Radio 24 – rispondendo spesso con ironia e provocazioni. Ha scoperto a sue spese, però, che su un argomento è vietato scherzare, perché ci si scontra con l’assolutismo di una comunità che ha sempre più potere: i fasciovegani. Questi sono i più estremi sostenitori di un animalismo militante che spesso deborda nella violenza di pensiero, di parola, talvolta fisica. Nella sua battaglia contro i fasciovegani, Cruciani ha subìto minacce, insulti e un blitz negli studi del suo programma. Soprattutto ha capito che, prima ancora che una discussione su salute e alimentazione, questa è una battaglia in cui è in gioco la libertà delle proprie opinioni, e il rispetto di quelle altrui.

Giuseppe Cruciani presenta I fasciovegani (La nave di Teseo) a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo sabato 31 marzo 2018. Ore 17.30, Cinema Eden Cortina.

27/03/2018

ROSSANA BETTINI

A chi piace mangiare. A chi, come Rossana Bettini, ama il buon cibo, quello sano, inalterato e poco lavorato; quello che riconosce. A loro è dedicato questo incontro di Pasqua. “Il cioccolato buono per me è stato una rivelazione. Si sa talmente poco del cioccolato, un autentico sconosciuto. La cultura corrente sul prodotto ci parla di tutt’altro: di percentuali di cacao contenute, di abbinamenti, di guarnizioni, d’impieghi in cucina, di calorie. Manca ‘la cassetta degli attrezzi’, quell’insieme di strumenti necessari a riconoscere il cioccolato realmente buono e sano, per decodificarne le caratteristiche, per sapere quanto possiamo mangiarne con buona pace della linea e godimento delle papille. Io vivo convinta che sono quello che mangio e, per scelta, mangio solo quello che conosco”.
 

Rossana Bettini presenta E' autentico cioccolato (Linea Ed.) a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo. Domenica 1 aprile 2018. Ore 12, Libreria Sovilla.

23/03/2018

MARTINA MONDADORI SARTOGO

Martina Mondadori Sartogo esplora la sublime opera di Renzo Mongiardino (1916 - 1998), riaffermandone lo stato di vera leggenda. Il passato di celebrato scenografo teatrale e cinematografico di Mongiardino ha avuto un effetto sul suo lavoro, con interni lussureggianti, finiture a trompe l’oeil, oggetti d'antiquariato di qualità museale, tessuti sontuosi e un'incantevole teatralità. Tra i clienti di Mongiardino l’élite del mondo della moda, dell'arte e della società: Agnelli, Rothschild, Peretti, Radziwill e Onassis. Un mondo che si svela agli amanti della bellezza. 

Martina Mondadori Sartogo ha fondato Cabana, rivista semestrale che si occupa di interior design, lifestyle, architettura. E’ responsabile europea per Town & Country.

Martina Mondadori Sartogo presenta Renzo Mongiardino: A Painterly Vision (Rizzoli International) a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo. Domenica 1 aprile 2018. Ore 18, Museo d'Arte Moderna Mario Rimoldi. Una conversazione con Francesco Chiamulera.

21/03/2018

MICHAEL JAKOB

Quando ci sediamo su una panchina in cerca di un momento di riposo o per godere della vista di un paesaggio, quasi mai ci rendiamo conto di quanto questo oggetto, in apparenza banale e insignificante, funzioni come una vera e propria macchina visiva, «intelligente e visionaria», in grado di farci comprendere la realtà che abitiamo. Dalla Toscana rinascimentale alla Francia del Settecento, dalla Russia degli anni Venti ai paesaggi industriali, dalle panchine reali a quelle letterarie (Rousseau, Stifter, Sartre), artistiche (Manet, Monet, Van Gogh, Liebermann) o cinematografiche (Vertov, Antonioni), Michael Jakob ci guida in un viaggio sorprendente attraverso i giardini e le epoche, provando a ricostruire le molteplici vite di un'entità desueta.

Michael Jakob insegna storia e teoria del paesaggio presso la Scuola di Ingegneria di Ginevra-Lullier e al Politecnico di Losanna (EPFL) ed è cattedratico di Lettere Comparate all'Università di Grenoble. È fondatore e direttore della rivista internazionale «Compar(a)ison», nonché della collana «di monte in monte» (Edizioni Tararà). Dirige presso l'editore Infolio (Losanna) la collana «Paysages». E’ autore, tra gli altri, di Il paesaggio (Il Mulino), Paesaggio e tempo (Booklet Milano), Sulla panchina (Einaudi).

Michael Jakob presenta Sulla panchina (Einaudi) a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo venerdì 30 marzo 2018. Ore 18, Museo d'Arte Moderna Mario Rimoldi. Una conversazione con Francesco Chiamulera. In collaborazione con Fondazione Silla Ghedina.

11/03/2018

TIM PARKS

Thomas sa che c'è qualcosa che deve rivelare a sua madre ormai in punto di morte. Ma ce la farà a raggiungerla in tempo? E avrà il coraggio di dire quello che non è riuscito a dirle in passato? Tra il telefono che vibra e i pensieri che corrono impazziti non riesce a concentrarsi sul significato di ciò che sta accadendo. Deve cercare di risolvere la crisi familiare del suo migliore amico? Deve riconsiderare la separazione dalla moglie? Perché si sente insieme confuso e paralizzato? Nel suo libro più esilarante, In Extremis (Bompiani), Tim Parks esplora quanto profondamente la nostra identità di individui sia radicata nella nostra storia familiare.

Tim Parks scrittore e giornalista inglese, professore universitario presso l’Università IULM di Milano, è autore di molti romanzi e di saggi. È stato traduttore di romanzi dall’italiano in inglese per Alberto Moravia, Italo Calvino, Antonio Tabucchi, Roberto Calasso. Ha scritto romanzi, tra cui Lingue di Fuoco, Destino e La doppia vita del giudice Savage, Il silenzio di Cleaver, Bontà, La fortuna dei Medici, tre libri di non-fiction, in cui descrive la vita nel nord Italia (il più recente è Questa pazza fede), e una raccolta di saggi intitolata Adulterio e altri diversivi.

Tim Parks presenta In Extremis a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo sabato 17 marzo 2018. Ore 18, Miramonti Majestic G.H.. Una conversazione con Francesco Chiamulera.

24/02/2018

CARLO PETRINI

La felicità è ancora di questo mondo? In un'epoca frettolosa e spesso cupa, dai ritmi di vita e di lavoro innaturali, dov'è finito il tempo per la vita, per la persona, per la condivisione? C'è ancora, è la risposta di Carlo Petrini, purché sappiamo trovarlo, rubando ai nostri giorni frenetici lo spazio per far germogliare un seme, per scambiarci un aneddoto spezzando il pane, o per fare la nostra parte nella battaglia per un mondo più sostenibile e generoso. Contro l’omologazione industriale e l’incultura alimentare occorre preservare la qualità artigianale dell’alimentazione, la grande biodiversità locale. Mentre ricettari e cuochi sembrano dominare il mercato editoriale, l’esperienza straordinaria di Slow Food consente di recuperare il sottile ma solido filo che lega la cucina alla cultura, al sapere, alla intelligenza. A trent’anni dagli inizi amatoriali e goliardici di un movimento che ha conquistato il mondo, Petrini propone la riscoperta della semplicità come via per una felicità non personale ma globale, collettiva, condivisa.
 
Carlo Petrini universalmente noto nel campo delle scienze gastronomiche, è fondatore e Presidente di ARCI Gola, divenuta nel 1989 l’associazione internazionale Slow Food. Ha ideato il Salone del Gusto di Torino, l’Università di Scienze gastronomiche e la rete di Terra Madre. Nel 2004 la rivista “Time” gli attribuito il titolo di Eroe Europeo del nostro tempo nella catgoria “Innovator”. Tra le sue pubblicazioni Buono, Pulito e Giusto. Principi di nuova gastronomia (2005), Che cos’è il gusto? (2010).
 
L'incontro con Carlo Petrini a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo è per sabato 3 marzo 2018. Ore 17.30, Cinema Eden di Cortina. Ingresso libero fino a esaurimento posti.
22/02/2018

JAN BROKKEN

È il 1975 quando Jan Brokken rimane folgorato da San Pietroburgo, l’allora Leningrado, patria splendente e malinconica di poeti e dissidenti, folli e geni, disperati e amanti, culla della ribellione agli zar e poi al regime sovietico in nome della libertà dell’arte e dello spirito. Ora ci accompagna nelle sue passeggiate fra presente e passato attraverso strade, teatri, case e musei. Un viaggio tra la raffinatissima Anna Achmatova, l’avventura umana e poetica di Dostoevskij, Gogol’, Solženicyn; i radicali Stravinskij e Malevič e i tormentati Čajkovskij e Šostakovič; gli espatriati Brodskij, Rachmaninov e Nabokov e l’inquieto Esenin, il «Rimbaud russo» che conquistò Isadora Duncan; il principe dandy Jusupov, che assassinò Rasputin e fuggì a Parigi con un Rembrandt sottobraccio, e la pianista Marija Judina, che seppur ebrea e dissidente ottenne con la sua musica l’eterno favore di Stalin. «A ogni passo in questa città mi viene in mente un libro o mi risuona in testa una musica. È una scoperta continua».
 
Jan Brokken, scrittore, giornalista e viaggiatore olandese, noto per la capacità di raccontare i grandi protagonisti del mondo letterario e musicale, ha pubblicato numerosi romanzi di successo che la stampa ha avvicinato a Graham Greene e Bruce Chatwin, come l’esordio narrativo De Provincie (1984), da cui è stato tratto un film, e poi Nella casa del pianista (2011), Anime baltiche (2014), Il giardino dei cosacchi (2016), tutti con Iperborea.
 
L'incontro con Jan Brokken a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo è per venerdì 2 marzo 2018. Ore 18, Miramonti Majestic Grand Hotel di Cortina. Ingresso libero fino a esaurimento posti.
22/02/2018

RICCARDO FALCINELLI

Intrecciando storie su storie, e con l'aiuto di 400 illustrazioni, Riccardo Falcinelli narra come si è formato lo sguardo moderno, attingendo all'intero universo delle immagini: non solo la pittura, ma anche la letteratura, il cinema, i fumetti e soprattutto gli oggetti quotidiani, che per la prima volta ci fa vedere in maniera nuova e inconsueta. Tutte le società hanno costruito sistemi simbolici in cui il colore aveva un ruolo centrale: pensiamo al nero del lutto, al rosso del comunismo o all'azzurro del manto della Madonna.
 
Visto su uno smartphone, un affresco risulta luminoso come una foto digitale. Le tinte cariche e brillanti dello schermo sono ormai il parametro con cui valutiamo la purezza di ogni fenomeno cromatico. Chi ha conosciuto il colore della televisione, insomma, non può piú vedere il mondo con gli occhi del passato. Magari non ne siamo consapevoli, ma abbiamo in mente il giallo dei Simpson anche di fronte a un quadro del Rinascimento. Cromorama ci racconta come oggi il colore sia diventato un filtro con cui pensiamo la realtà.
 
L'incontro con Riccardo Falcinelli a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo è per sabato 24 febbraio 2018. Ore 18, Museo d'Arte Moderna Mario Rimoldi, Corso Italia. Ingresso libero fino a esaurimento posti.
22/02/2018

CROMORAMA

Perché le matite gialle vendono di piú delle altre? Perché Flaubert veste di blu Emma Bovary? Perché nei dipinti di Mondrian il verde non c'è mai? E perché invece Hitchcock lo usa in abbondanza? Intrecciando storie su storie Riccardo Falcinelli narra come si è formato lo sguardo moderno, attingendo all'intero universo delle immagini: non solo la pittura, ma anche la letteratura, il cinema, i fumetti e soprattutto gli oggetti quotidiani, che per la prima volta ci fa vedere in maniera nuova e inconsueta. Ciò che di straordinario è accaduto nel mondo moderno è che la tecnologia e il mercato hanno cambiato il modo in cui guardiamo le cose, abituandoci a nuove percezioni. 
 
Riccardo Falcinelli (1973) è uno dei più apprezzati visual designer sulla scena della grafica italiana, che ha contribuito a innovare progettando libri e collane per diversi editori. Insegna Psicologia della percezione presso la facoltà di Design ISIA di Roma. Insieme a Marta Poggi, è autore dei graphic novel Cardiaferrania (minimum fax 2000), Grafogrifo (Einaudi Stile Libero 2004) e L'allegra fattoria (minimum fax 2007). Per Einaudi Stile Libero ha pubblicato Critica portatile al visual design (2014). Suo è l'attuale progetto grafico di Einaudi Stile Libero.
 
L'incontro con Riccardo Falcinelli a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo è per sabato 24 febbraio 2018. Ore 18, Museo d'Arte Moderna Mario Rimoldi, Corso Italia. Ingresso libero fino a esaurimento posti.