News

23/08/2018

ALEJANDRO SOLALINDE

«Plata o plomo»: soldi o una pallottola. Ogni anno in Messico transitano mezzo milione di migranti indocumentados che dal Centroamerica in preda alla violenza tentano di raggiungere gli Stati Uniti in cerca di un futuro migliore. Sulla loro strada trovano la ferocia dei narcos, banditi che - oltre a far soldi con la droga - si arricchiscono sulla pelle dei migranti grazie a rapimenti, traffici di organi, schiavismo e prostituzione. Alejandro Solalinde non è rimasto a guardare. Dopo una vita da prete «normale», ha aperto le porte del cuore e di casa agli stranieri che cercavano un rifugio. Non ha taciuto, padre Alejandro. Ha denunciato i soprusi dei trafficanti, le connivenze della politica, la corruzione della polizia. I narcos gliel’hanno giurata: sulla sua testa pende una taglia di un milione di dollari. Di qui le minacce, i tentati omicidi, una scorta di 4 uomini per difendere un uomo che difende gli indifesi.
 
L'incontro con Alejandro Solalinde intorno a I narcos mi vogliono morto (Editrice Missionaria Italiana) a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo si terrà Domenica 26 Agosto 2018, alle 18, presso il Museo d'Arte Moderna Mario Rimoldi di Cortina. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.
23/08/2018

PREMIO CORTINA 2018

Sei autori, tanti libri, una montagna di storie. Anche quest’anno il Premio Cortina d'Ampezzo porta insieme in un pomeriggio cortinese alcune delle opere migliori della narrativa italiana. A Cortina d'Ampezzo, incontriamo Omar Di Monopoli, Giuseppe Di Piazza, Adalberto Maria Merli, finalisti del Premio Cortina; ed Enrico Camanni, Franco Faggiani, Alfredo Paluselli, finalisti del Premio della Montagna. Che racconteranno le proprie storie, in un’ora di emozioni e scoperte al vertice della letteratura. 
 
L'incontro con i Finalisti del Premio Cortina d'Ampezzo è per Sabato 25 Agosto 2018, alle ore 17.30, presso il Cinema Eden di Cortina. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.
23/08/2018

PAOLO MIELI

Dalla Rivoluzione d’ottobre alla caduta del muro di Berlino Paolo Mieli ci accompagna in un viaggio attraverso i temi chiave della storia del comunismo: la presa del potere di Stalin, il terrore, il ruolo dell’URSS nel conflitto mondiale, la guerra fredda, i rapporti con l’Italia fino alla perestroijka di Gorbačëv, il crollo del muro, Eltsin e l’avvento di Putin. Come su una ideale Piazza Rossa, vediamo sfilare 50 uomini che ne sono stati protagonisti – da Lenin a Dubčeck, da Gramsci a Berlinguer, da Aragon a Calvino. Ritratti veri, appassionati, talvolta irriverenti perché “quando studi la Storia devi essere in grado di lodare le luci e denunciare le ombre”.
 
L'incontro con Paolo Mieli intorno a La storia del comunismo in 50 ritratti (Centauria) a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo si terrà Venerdì 24 Agosto 2018, alle 18, presso il Miramonti Majestic G.H. di Cortina. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.
21/08/2018

CARLO NORDIO E MATTEO ZOPPAS

Dal 1963, quando a vincere la prima edizione fu Primo Levi, con La tregua, a quelle degli ultimi anni, una carrellata di letteratura italiana si ritrova in mezzo secolo di storia del Premio Campiello. A ripercorrere l’albo d’oro del riconoscimento sembra di leggere l’autobiografia della narrativa italiana recente: Giuseppe Berto, Ignazio Silone, Giorgio Bassani, Mario Soldati, e ancora, Carlo Sgorlon, Mario Rigoni Stern, Giovanni Arpino, Antonio Tabucchi, Enzo Bettiza. Ma il Campiello è anche una creazione unica degli imprenditori veneti, giunto alla 56a edizione. Un modello virtuoso, quello del Nordest, terra di talenti e competenze, di un’economia che non rinuncia al suo ruolo di propellente della cultura. Che fa circolare le idee. A Cortina, Carlo Nordio, Presidente della Giuria dei letterati del Campiello 2018, e Matteo Zoppas, presidente della Fondazione Il Campiello, ripercorrono un’avventura culturale e si interrogano sul carattere profondo dei veneti di ieri, di oggi e di domani.
 
L'incontro con Carlo Nordio e Matteo Zoppas a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo è per Giovedì 23 Agosto 2018, alle ore 18, presso il Museo d'Arte Moderna Mario Rimoldi di Cortina. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.
19/08/2018

IL MIO PHILIP ROTH

“Rimane il fatto che, in ogni modo, capire bene la gente non è vivere. Vivere è capirla male, capirla male e male e poi male e, dopo un attento riesame, ancora male. Ecco come sappiamo di essere vivi: sbagliando”. In questo 2018 la letteratura occidentale ha perso uno dei suoi grandi protagonisti, Philip Roth, autore di capolavori come Lamento di Portnoy (1969), Lo scrittore fantasma (1979), Patrimonio (1991), Everyman (2006), Pastorale Americana (1997): un libro, quest’ultimo, “in cui tutti i fili si raccolgono in un unico nodo: il fallimento dell’America generosa e aperta della sua giovinezza; l’orribile, e incomprensibile, nichilismo delle nuove generazioni; la catastrofe del bell’amore e delle belle coppie; il disastro delle vite personali”. Gian Arturo Ferrari, con il passo del grande esperto e la conoscenza ravvicinata da grande editore di Roth quale è stato, ci conduce alla scoperta di un autore nei mille rivoli della sua prosa e delle storie che hanno affascinato una generazione di lettori.
 
La lezione di Gian Arturo Ferrari Il mio Philip Roth  a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo si terrà Mercoledì 22 Agosto 2018, alle 18, presso il Palazzo delle Poste di Cortina. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.
19/08/2018

ELOGIO DEL BUON IMPRENDITORE

Esiste una maniera “sana e profittevole” di arricchirsi e al contempo di arricchire la società? Alessandro Wagner ha riletto e riscoperto un manuale del ‘400 che mostra tutta la sua attualità proprio mentre la finanziarizzazione dell'economia e le susseguenti crisi sembrano minare le regole di base degli affari. Il Libro de l'arte de la mercatura di Benedetto Cotrugli inquadra il mercante come un "uomo universale", chiarendo che la precisione e la pulizia contabile sono solo uno dei tre perni su cui si regge l'arte del business, accanto alle tecnicalità operative di una attività d'impresa e alle caratteristiche intellettuali, professionali e umane di chi la esercita. Le intuizioni e gli insegnamenti intramontabili del primo trattato sull'arte di fare business, rimasto nell'oblio per oltre cinque secoli, tornano a indicare la strada. Per i “capitani d’impresa” di domani.
 
L'incontro con Alessandro Wagner e Fabio Sattin intorno ad Arricchirsi con onore (Longanesia Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo è per Lunedì 21 Agosto 2018, alle 18, presso il Museo d'Arte Moderna Mario Rimoldi di Cortina. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.
14/08/2018

GLI EROI DI VIA FANI

Il 16 marzo 1978, in via Fani, a Roma, le Brigate rosse rapirono Aldo Moro e uccisero i cinque uomini della sua scorta: Oreste Leonardi, Domenico Ricci - padre di Giovanni -, Raffaele Iozzino, Giulio Rivera e Francesco Zizzi, due carabinieri e tre poliziotti. Per decenni le attenzioni di storici e giornalisti si sono incentrate sulle figure dei terroristi, a cui sono stati dedicati articoli, libri, dibattiti e interviste, mentre le vittime venivano trascurate se non del tutto dimenticate. Lo storico Filippo Boni ha sentito il bisogno personale e civile di ricostruire le vite spezzate di questi cinque servitori dello Stato e per farlo è andato nei luoghi in cui vivevano, a parlare con le persone che li avevano amati e conosciuti: genitori, figli, fratelli, e fidanzate a cui il terrorismo ha impedito di sposare l’uomo che amavano. Boni ha raccolto le toccanti storie di vite umili ma piene di sogni e di affetti, componendo uno straordinario affresco di un’Italia semplice e vera, che resistendo alle atrocità della storia si ostina a guardare al futuro.
 
L'incontro con Filippo Boni e Giovanni Ricci intorno a Gli eroi di via Fani (Longanesia Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo è per Domenica 19 Agosto 2018, alle 18, presso il Museo d'Arte Moderna Mario Rimoldi di Cortina. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.
14/08/2018

CORRADO AUGIAS

Perché possiamo dirci italiani? Corrado Augias ci accompagna alla scoperta di ciò che definisce il nostro carattere nazionale. Un itinerario particolare, che procede nello spazio e nel tempo, dall'attualità alla ricostruzione storica, passando per il racconto biografico. Dall’infanzia dell'autore tra la Libia e la Roma occupata, all'Italia di provincia, alla Recanati di Giacomo Leopardi, ispiratore e guida in un viaggio che segue le tracce del Discorso sopra lo stato presente dei costumi degli italiani. Ciò che resta alla è la consapevolezza di abitare un Paese diviso ma meraviglioso, che può e deve trovare un'armonia proprio partendo dalle sue tante diversità.
 
L'incontro con Corrado Augias intorno a Questa nostra Italia a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo è per Lunedì 20 Agosto 2018, alle 18, presso l'Alexander Giarardi Hall di Cortina. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.
14/08/2018

ENRICO MENTANA

Si dice sempre “l’anno della svolta”, ma questo, probabilmente, lo è davvero. Eppure, come ha scritto Alain Finkielkraut, non possiamo scegliere i nostri problemi: sono loro a scegliere noi, uno dopo l’altro, e tutto quello che possiamo fare è accettare di essere scelti. Anche di fronte a quello che, in Italia, appare come il terremoto più clamoroso dai tempi di Tangentopoli, che ha spazzato via buona parte della classe dirigente e che ha portato molti a ritenere che si sia davvero chiusa la Seconda Repubblica, e che viviamo in un’era nuova. Un’era in cui si rimette in discussione persino l’Europa, orizzonte naturale per il nostro paese fin dal 1945. Oppure è tutto come nel Gattopardo, una grande illusione di cambiamento, perché nulla cambi davvero? Con l’aiuto di qualche buona lettura, e con un punto di osservazione privilegiato sull’Italia e sul mondo, Enrico Mentana, protagonista indiscusso del giornalismo italiano, prova a guardare con noi nella sfera. Per capire quali saranno i volti, e soprattutto le idee, con cui dovremo confrontarci nei prossimi mesi.
 
L'incontro con Enrico Mentana a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo è per Sabato 18 Agosto 2018, alle 18, presso l'Alexander Giarardi Hall di Cortina. Con Francesco Chiamulera. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.
13/08/2018

BRUNO VESPA

In pochi mesi cambia tutto. Antichi partiti politici affondano, nuove formazioni si prendono la scena, scenari impensabili per la prima volta si materializzano. Da Salvini a Di Maio, dai migranti alle rotture diplomatiche con storici alleati dell’Italia, dalla nave Aquarius nel Mediterraneo a un nuovo governo guidato da un signore - Giuseppe Conte - che pochissimi conoscono, il 2018 è stato fin qui un anno rivoluzionario. E adesso? Passata l’estate, è vero che l’Unione Europea rischia davvero per la prima volta di scomparire, per come l’abbiamo conosciuta? Il “governo del cambiamento” riuscirà a portare a casa almeno una parte delle molte promesse fatte, dal reddito di cittadinanza al taglio dei vitalizi? E tra Trump, Putin e la Merkel, l’Italia dove sta? Domande che rivolgiamo, in un incontro a trecentosessantagradi, a un protagonista assoluto dell’informazione come Bruno Vespa. Che ci racconta, dal dietro le quinte dei leader “soli al comando”, chi prende davvero le decisioni che ci riguarderanno nei mesi e negli anni a venire.
 
L'incontro con Bruno Vespa a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo è per Martedì 14 Agosto 2018, alle 18, presso il Miramonti Majestic Grand Hotel di Cortina. Con Alessandro Russello.