News

01/02/2021

RICCARDO FALCINELLI

Perché la stessa chiesa di Santa Maria della Salute a Venezia, dipinta negli stessi anni da Guardi e da Canaletto, in uno è ritratta intera, nell’altro ha la cupola a metà? E perché Degas “taglia” i piedi alle sue ballerine? Perché il protagonista di un romanzo di Émile Zola si uccide davanti a un enorme rettangolo? Perché in Occidente i paesaggi sono dipinti in orizzontale, e quindi se fotografiamo con lo smartphone le Dolomiti tendiamo a ribaltare il dispositivo, mentre in Oriente i paesaggi sono spesso ritratti in verticale? Perché la maggior parte dei nudi maschili in pittura è raffigurata in piedi, mentre i nudi femminili sono quasi sempre sdraiati? Riccardo Falcinelli, uno dei più apprezzati visual designer sulla scena della grafica italiana, risponde a queste e molte altre domande. Spesso davanti a un quadro ci domandiamo che cosa significhi, quali fossero gli intenti del pittore, come si collochi nell’epoca in cui è stato realizzato: ma così la storia dell’arte rischia di essere una spiegazione solo di storia, anziché di arte. Falcinelli adotta un paradigma diverso. Invece di cercare il «significato» delle immagini, entra nel loro ingranaggio, le tratta non come simboli da decifrare, bensì come meccanismi da smontare. Ci spiega in che modo sono state progettate e costruite, e perché. 
 
L'incontro con Riccardo Falcinelli intorno a Figure (Einaudi) a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo è per Sabato 6 Febbraio 2021, alle ore 18in Live streaming sulla pagina Facebook, sul canale YouTube e sul profilo Instagram di Una Montagna di Libri.
 
 

 

27/01/2021

VERTIGINE BIANCA

Velocità, audacia, coraggio, tenacia, passione. Il grande racconto dello sci si compone di un secolo di emozioni che dall’arco alpino hanno toccato tutti i continenti. Discese, record, imprese spettacolari prima riferite e narrate, poi mostrate dalle telecamere di tutto il mondo: e le Olimpiadi invernali di Cortina 1956 furono in questo un vero apripista. Lo sci è lo sport moderno per antonomasia, una disciplina in cui la competizione non esiste senza la velocità, senza la suspence e il fiato sospeso, ma anche senza una tecnologia in costante evoluzione. In un pomeriggio speciale, a pochi giorni dai Mondiali di Sci di Cortina 2021, un giornalista che è anche un grande appassionato di sci torna sulle storie uniche degli atleti che hanno fatto la gloria di questo sport. Aldo Cazzullo mette in scena un’epopea che dalla storia arriva ai giorni nostri: da Toni Sailer a Gustav Thoeni, da Ingemar Stenmark a Alberto Tomba, da Deborah Compagnoni a Giorgio Rocca, fino alle nuove generazioni di Sofia Goggia, Federica Brignone, Marta Bassino, Christof Innerhofer, Dominik Paris. E tanti altri. Con la presenza sul palco del grande Ghedo, Kristian Ghedina, leggenda ampezzana, e con l’aiuto di immagini, musiche e filmati, cerchiamo nelle imprese di ciascuno di loro, pur così diversi nel tempo e nelle biografie, una scintilla comune. Una vertigine bianca.
 
Vertigine Bianca. L'incontro con Aldo Cazzullo e Kristian Ghedina a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo è per Sabato 30 Gennaio 2021, alle ore 15in Live streaming sulla pagina Facebook, sul canale YouTube e sul profilo Instagram di Una Montagna di Libri.
 
 

 

24/01/2021

A RIVEDER LE STELLE

Dante è il poeta che inventò l’Italia. Non ci ha dato soltanto una lingua; ci ha dato soprattutto un’idea di noi stessi: il «bel Paese» dove si dice «sì». Una terra unita dalla cultura e dalla bellezza, destinata a un ruolo universale, che raccoglie l’eredità dell’Impero romano e del mondo classico; ed è la culla della cristianità e dell’umanesimo. L’Italia non nasce da una guerra o dalla diplomazia, nasce dai versi di Dante. Che è il poeta delle donne. È solo grazie alla donna – scrive – se la specie umana supera qualsiasi cosa contenuta nel cerchio della luna, vale a dire sulla Terra. E Beatrice, la donna amata, per Dante è la meraviglia delle meraviglie. Aldo Cazzullo ha scritto il romanzo della Divina Commedia. A settecento anni dalla sua morte, ha ricostruito parola per parola il viaggio di Dante nell’Inferno. Gli incontri più noti, da Ulisse al conte Ugolino. La fierezza di Farinata degli Uberti, la bestialità di Vanni Fucci, la saggezza di Brunetto Latini. Nello stesso tempo, Cazzullo racconta l’altro viaggio di Dante: quello in Italia. Dal lago di Garda a Scilla e Cariddi, dalle terre perdute dell’Istria e della Dalmazia all’Arsenale di Venezia, alla bellezza e gli scandali di Roma, Genova, Firenze. Dante è severo con i compatrioti, ma nello stesso tempo esalta la nostra umanità e la nostra capacità di rinascere dopo le sventure, le guerre, le epidemie. Sino a «riveder le stelle».
 
L'incontro con Aldo Cazzullo intorno a A riveder le stelle (Mondadori) a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo è per Venerdì 29 Gennaio 2021, alle ore 18in Live streaming sulla pagina Facebook, sul canale YouTube e sul profilo Instagram di Una Montagna di Libri. Con Alessandro Russello.
 
 

 

24/01/2021

UNA MONTAGNA DI LIBRI PER CORTINA 2021

Fervono i preparativi per i Mondiali di Sci di Cortina 2021, che si terranno nonostante la pandemia. E accanto alle emozioni dello sport e degli atleti sulla neve un intero cartellone di incontri, di cultura e di emozioni dedicato ai Mondiali è in programma dal cuore della Regina delle Dolomiti: è il ricchissimo programma che propone in diretta streaming dalle montagne per gennaio e febbraio 2021 la XXIII Edizione di Una Montagna di Libri Cortina d’Ampezzo, festa internazionale della letteratura protagonista della stagione ampezzana. 

Autori, idee, e sullo sfondo, la bellezza incomparabile delle montagne e delle piste da sci. Gli incontri di Una Montagna di Libri, tutti in streaming online gratuito, saranno in forma digitale e interattiva sui social Facebook, YouTube e Instagram. Si comincia venerdì 29 gennaio, con la presentazione dell’ultimo libro di Aldo Cazzullo, “A riveder le stelle” (Mondadori); i riflettori sono poi puntati in modo particolare su Sabato 30 gennaio, alle 14.30, con “Vertigine Bianca”, un evento speciale dedicato ai Mondiali 2021 sempre con Aldo Cazzullo e con l’icona ampezzana dello sci Kristian Ghedina: che insieme, entrambi in diretta da Cortina, con l’aiuto di immagini e video, faranno una storia che sarà spettacolo e rievocazione dei grandi campioni della storia dello sci, da Toni Sailer a Gustav Thoeni, da Alberto Tomba a Deborah Compagnoni, fino alle nuove generazioni di Sofia Goggia, Federica Brignone, Marta Bassino, Christoph Innerhofer. E poi molti incontri a febbraio. Quando a calcare le scene del festival saranno protagonisti della letteratura, del giornalismo e delle arti, come Riccardo Falcinelli (6 febbraio), Massimiliano Ossini (13 febbraio), che nel cuore dei Mondiali racconterà le “sue” Dolomiti e la neve, Mario Andreose (14 febbraio), Paolo Mieli (20 febbraio).
 
A chiudere l’incredibile cartellone di eventi di febbraio di Una Montagna di Libri, a Mondiali appena finiti, sarà Carlo Verdone con il nuovissimo libro “La carezza della memoria” (Bompiani), il 26 febbraio, per una delle prime presentazioni italiane. E poi, a marzo, Massimo Lopez, Camilla Baresani, e molti altri.
18/01/2021

GIANLUCA NATIVO

Pierpaolo è cresciuto in un quartiere popolare alla periferia di Napoli, ma ha avuto la fortuna di nascere in alto, all’ultimo piano di una delle palazzine innalzate dal padre, e da quella posizione privilegiata lui e i genitori dominano la giungla di tetti, antenne e terrazzi abusivi sotto di loro. Studia medicina per accontentare i suoi, esce con le ragazze per non deludere gli amici, convinto che assecondando le aspettative degli altri possa difendersi da se stesso: ha vent’anni e ha appena capito di essere gay. Il primo che passa, primo romanzo di Gianluca Nativo, è la storia di una dolorosa e ingenua iniziazione sessuale, un coming of age nervoso e febbrile come certi film di Xavier Dolan. Ma è anche il potente racconto di un amore giovane che germoglia in una Napoli combattuta tra squallore e grazia, messo in scena con la scrittura raffinata e le luci morbide di Chiamami col tuo nome.
 
L'incontro con Gianluca Nativo intorno a Il primo che passa (Mondadori) a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo è per Sabato 23 Gennaio 2021, alle ore 18in Live streaming sulla pagina Facebook, sul canale YouTube e sul profilo Instagram di Una Montagna di Libri. Con Francesco Chiamulera.
 
 

 

15/01/2021

FRANCESCO COSTA

Il mondo sta per cambiare, di nuovo. Al termine di un anno sconvolto da eventi inimmaginabili, gli americani hanno scelto il 46° presidente degli Stati Uniti. Da mercoledì 20 gennaio, Joe Biden e Kamala Harris sono il nuovo volto della Casa Bianca. La loro vittoria ha catalizzato le speranze di decine di milioni di persone, ma la sfida che hanno davanti non è semplice: riusciranno a traghettare gli Stati Uniti fuori dal momento più delicato della storia recente? Il modo migliore per conoscere come sarà la Casa Bianca di Biden e Harris è conoscere chi sono e cosa hanno fatto fin qui. Nella vigilia dell’inaugurazione, Francesco Costa traccia a Una Montagna di Libri un ritratto della nuova presidenza, attraverso il suo nuovo libro che esce proprio oggi, e che segue due straordinarie biografie. Dalla campagna elettorale del 1972, con cui Joe Biden diventò il più giovane senatore degli Stati Uniti, alla vicepresidenza al fianco di Barack Obama, dall’infanzia di Kamala Harris nei quartieri-ghetto per afroamericani della West Coast alla carriera da avvocata e procuratrice, fino a diventare la prima donna, la prima persona di colore e la prima indiana americana vicepresidente degli Stati Uniti d’America. Nella consapevolezza che «nelle loro qualità e nei loro limiti, Joe Biden e Kamala Harris somigliano all’America».
 
L'incontro con Francesco Costa intorno a Una storia americana (Mondadori) a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo è per Martedì 19 Gennaio 2021, alle ore 21in Live streaming sulla pagina Facebook, sul canale YouTube e sul profilo Instagram di Una Montagna di Libri. Con Francesco Chiamulera.
 
 

 

10/01/2021

CATHERINE BELTON: GLI UOMINI DI PUTIN

Dall’America all’Ucraina, negli ultimi anni la Russia di Vladimir Putin ha condotto una poderosa campagna per espandere la sua influenza e indebolire le istituzioni occidentali. Come è potuto accadere? Chi si nasconde dietro questo piano ambizioso? Catherine Belton, giornalista investigativa già corrispondente da Mosca, racconta la storia segreta dell’ascesa al potere di Vladimir Putin e del ristretto gruppo di ex agenti del KGB che lo circonda. Belton ha trovato i personaggi chiave che hanno consentito a Putin di sostituire i magnati dell’era Eltsin con una nuova generazione di fedeli oligarchi, che hanno rovesciato l’economia e le leggi del loro paese e ne hanno ampliato l’influenza internazionale. Il risultato è un’inchiesta scottante la cui storia inizia durante il collasso dell’Unione Sovietica, quando una rete di agenti del KGB comincia a sottrarre miliardi di dollari dalle imprese statali per accumulare un bottino in Occidente. Confiscando aziende private, sopprimendo le voci dissidenti, sfumando i confini tra criminalità organizzata e politica, e avviando operazioni segrete per influenzare i governi stranieri. Da Mosca a Londra, dall’Europa all’America di Trump, l’indagine di Catherine Belton segue i fondi neri mascherati da accordi commerciali e ne rintraccia i beneficiari, nel resoconto definitivo di come i progetti per la nuova Russia si siano estesi, con conseguenze ormai sul mondo intero.
 
L'incontro con Catherine Belton intorno a Gli uomini di Putin (La nave di Teseo) a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo è per Sabato 16 Gennaio 2021, alle ore 18in Live streaming sulla pagina Facebook, sul canale YouTube e sul profilo Instagram di Una Montagna di Libri. Con Rosalba Castelletti e Sarah Cuminetti.
 
 

 

08/01/2021

VIVA ORWELL

Il rifiuto di George Orwell, ovvero Eric Arthur Blair, di prestarsi al ricatto della menzogna, dà tutta la misura della sua libertà intellettuale. E dell’isolamento che dovette patire. Come accaduto ad Albert Camus in Francia, Orwell venne bersagliato dal tutti contro uno di un ceto intellettuale animato da uno spirito di branco. Come la muta dei cani della Fattoria degli animali, feroce e conformista. A distanza di settant’anni dalla morte di uno dei più coraggiosi e significativi intellettuali e scrittori del Novecento, Pierluigi Battista firma la prefazione alla nuova edizione Garzanti di tre capolavori: 1984, La fattoria degli animali e Omaggio alla Catalogna, raccolti in una “Trilogia della libertà” che è innanzitutto un invito a rileggere questo straordinario autore. “George Orwell – ci dice Battista – era fortemente di sinistra, ma di una sinistra molto diversa dalla corrente maggioritaria che esercitava, allora ma anche un po’ oggi, il suo dominio intellettuale. Orwell era di sinistra, ma di una sinistra troppo più libera di quella che aveva creato attorno a lui uno squallido sistema diffamatorio”.
 
L'incontro con Pierluigi Battista intorno alla Trilogia della libertà di Orwell a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo è per Martedì 12 Gennaio 2021, alle ore 21in Live streaming sulla pagina Facebook, sul canale YouTube e sul profilo Instagram di Una Montagna di Libri.
 
 

 

08/01/2021

MATTEO RIGHETTO

Mentre le pianure arroventate sono in fiamme, la montagna rappresenta l’ultimo, precario, rifugio. E in un monastero alle pendici dei monti vive Bruno, un ragazzo gigantesco, “magro e alto come un ontano verde”, che si sente particolarmente legato agli animali minuti, insetti soprattutto: “Mio papà diceva,” racconta a chi gliene chiede il motivo, “che i più grandi devono prendersi cura dei più piccoli”. Nell’abbazia gli viene affidata la cura degli apiari, fondamentali per il pregiato miele, la propoli, l’idromele, gli unguenti e la cera delle candele. Ma le api sono preziose anche perché è grazie a loro che la natura può rigenerarsi, e Bruno ne diventa fedele custode. Sulle Alpi vive anche il vecchio Johannes. Convinto che il pianeta stia per soccombere, parte per l’Ortles, la montagna sacra che la leggenda vuole abbia un tempo ospitato in perfetta armonia uomini, animali e piante. Nel cammino verso il sacro monte, Johannes e Bruno sono destinati a incontrarsi fra loro e con Leni, una vivace bambina sordomuta rimasta sola al mondo. Il nuovo libro di Matteo Righetto è una storia simbolica sul destino dell’umanità, nutrita dell’amore per l’ambiente e di una peculiare rappresentazione della natura e dell’avventura.
 
L'incontro con Matteo Righetto intorno a I prati dopo di noi (Feltrinelli) a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo è per Sabato 9 Gennaio 2021, alle ore 18in Live streaming sulla pagina Facebook, sul canale YouTube e sul profilo Instagram di Una Montagna di Libri.
 
 

 

01/01/2021

LOVING

Sappiamo davvero cosa significa innamorarsi, amare, manifestare i propri sentimenti? Paolo Maria Noseda, in una conversazione con Federico Chiara, ci guida attraverso immagini commoventi, frammento di una eccezionale collezione di oltre 2700 fotografie, realizzate dal 1850 al 1950, che ritraggono il sentimento amoroso in immagini scattate nei contesti più eterogenei. Loving ci ricorda che l'amore non ha distinzioni né confini. Una raccolta di rara sensibilità, nata in modo accidentale - i primi scatti furono infatti acquistati in mercatini delle pulci -, con testimonianze di amore da Stati Uniti, Australia, Bulgaria, Canada, Croazia, Francia, Germania, Giappone, Grecia, Lettonia, Regno Unito, Russia, Serbia.
 
L'incontro con Paolo Maria Noseda e Federico Chiara intorno a Loving (5 Continents Editions) a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo è per Mercoledì 6 Gennaio 2021, alle ore 18in Live streaming sulla pagina Facebook, sul canale YouTube e sul profilo Instagram di Una Montagna di Libri.