News

23/08/2019

UNA CERTA IDEA DI REPUBBLICA

Nata da un compromesso provvisorio, la Terza Repubblica fu in Francia stagione di lunghissima durata. La nazione parve rinascere e ritrovarsi attorno a valori di parlamentarismo, più forti di ogni vecchio notabilato. Certo, ci fu pure chi in Francia si sarebbe mostrato ostile ai parlamentari, giudicati dediti al professionismo della politica. Ben più complessa fu la vicenda, anch'essa ricostruita da Luigi Compagna, di come la “repubblica” di Clemenceau abbia anticipato, in qualche punto, la “monarchia repubblicana” di De Gaulle. Quali paralleli (azzardati? Impossibili?) ha un senso tracciare con il mondo, e l’Italia di oggi? Lo chiediamo a tre raffinati interpreti dei cambiamenti della cultura, delle idee, della forma dello Stato.
 
L'incontro con Luigi Compagna, Gian Arturo Ferrari e Marina Valensise intorno a "Una certa idea di Repubblica. Da Gambetta a Clemenceau" (Rubbettino) a Una Montagna di Libri è per Lunedì 26 Agosto 2019, alle ore 18presso il Museo d'Arte Moderna Mario Rimoldi di Cortina d’Ampezzo.
Ingresso libero. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.
20/08/2019

PREMIO CORTINA 2019!

Vola in finale il Premio Cortina d’Ampezzo 2019, il primo riconoscimento intitolato alla Regina delle Dolomiti, giunto alla IX edizione. Nella terzina finalista del Premio Cortina d’Ampezzo 2019 (narrativa nazionale), Il caso Kaufmann di Giovanni Grasso (Rizzoli), Trieste selvatica di Luigi Nacci (Laterza), Fiori sopra l’inferno di Ilaria Tuti (Longanesi). Nella terzina finalista del Premio della Montagna Cortina 2019 (libri sulla Montagna), Il vento non può essere catturato dagli uomini di Marco Berti (Priuli & Verlucca), Oltre Dracula di Mario Casella (Ediciclo), L’inferno sulla vetta di Paolo Mazzarello (Bompiani).
 
“Mai così tanti e così di qualità i libri pervenuti, che hanno portato a due terzine di multiforme inclinazione, che hanno riscosso notevole attenzione da parte dei Giurati. Un’edizione già da record, a coronare l’estate di Una Montagna di Libri”, commentano organizzatori e presidenti di giuria del Premio. 
Vincitori della passata edizione (2018) sono stati Malanottata di Giuseppe Di Piazza (HarperCollins), Verso un nuovo mattino di Enrico Camanni (Laterza). 
 
L'incontro con i finalisti e i giurati e la proclamazione dei vincitori del Premio Cortina d'Ampezzo è per Domenica 25 Agosto 2019, alle ore 17.30presso il Cinema Eden di Cortina d’Ampezzo.
Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.
20/08/2019

MARCELLO TICCA

Davvero il pesce fa bene alla memoria? Siamo sicuri che mangiare la pasta di sera faccia ingrassare, che la cioccolata provochi l’acne e l’ananas e il pompelmo facciano dimagrire? Siamo prigionieri di tanti luoghi comuni sul cibo… da sfatare per riappropriarci di uno stile alimentare più equilibrato e consapevole. Quello della alimentazione è un settore nel quale si scontrano preoccupazioni per la salute, attenzioni a volte anche eccessive per la forma fisica e mode più o meno fantasiose. Ecco perché intorno al cibo esiste da sempre una sterminata varietà di pregiudizi, luoghi comuni, false credenze e menzogne belle e buone. Marcello Ticca, uno dei massimi esperti italiani di alimentazione, ci accompagna in un viaggio attraverso i più consolidati luoghi comuni che riguardano il piacere quotidiano del mangiare. Dopo aver sfatato 99 luoghi comuni, avremo imparato tante regole per vivere più serenamente il nostro rapporto con quello che mettiamo nel piatto.
 
L'incontro con Marcello Ticca intorno a "Miraggi alimentari" (Laterza) a Una Montagna di Libri è per Venerdì 23 Agosto 2019, alle ore 21.30presso il Miramonti Majestic G.H. di Cortina d’Ampezzo.
Ingresso libero. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.
20/08/2019

PAOLO MIELI

L’autunno 2019 sarà la stagione in cui al “governo del cambiamento” succederà una nuova maggioranza, magari che abbia come bussola l’Europa, un governo tecnico, magari guidato da Mario Draghi, o nuove elezioni politiche? Chi tra Salvini, Di Maio, Zingaretti e Berlusconi ha davvero interesse a tornare al voto? Ed è vero che la sinistra sembra dare qualche timido segnale di risveglio europeo (Danimarca, Spagna, Olanda)? Ma a quali condizioni? Paoli Mieli, assoluto protagonista dell’informazione e della cultura, prova a rispondere con noi a queste e molte altre domande. Così, mentre l’autore di Lampi sulla storia (Rizzoli) guarda con la vista lunga dello storico alle vicende dell’Italia di questi anni, gli chiediamo che cosa aspettarci dai prossimi mesi. E le future elezioni sono vinte in partenza dal centrodestra a trazione salviniana o ci sono altre possibilità?
 
L'incontro con Paolo Mieli a Una Montagna di Libri è per Sabato 24 Agosto 2019, alle ore 18presso il Miramonti Majestic G.H. di Cortina d’Ampezzo.
Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.
20/08/2019

LEGGERE IL SIGNORE DELLE MOSCHE A CORTINA

Nel cuore di Cortina, nello spazio scenografico di Piazza Silvestro Franceschi, lungo Corso Italia, una maratona di lettura aperta a tutti, fino al tramonto. Aperta e chiusa dall’attrice Annina Pedrini e da Paolo Valerio, direttore del Teatro Stabile di Verona, la lettura del capolavoro di William Golding, Il signore delle mosche (1954), una geniale profezia sulle derive violente dell’animo umano e della leadership carismatica. Una cavalcata di parole ed emozioni che vedrà avvicendarsi decine di lettori, di amici e ospiti di Cortina.
 
L'appuntamento con "Il signore delle mosche", maratona di lettura, a Una Montagna di Libri è per Venerdì 23 Agosto 2019, a partire dalle ore 15, presso la Piazza Silvestro Franceschi di Cortina d’Ampezzo.
 
La maratona è aperta a tutti! Manda una mail a info@unamontagnadilibri.it per prenotare la tua lettura, oppure effettua la registrazione direttamente in piazza.
20/08/2019

PIERLUIGI TOSATO

Chi è un Samurai? La definizione più affascinante è forse questa: un catalizzatore di energie. Lo spiega il Bushido, l'antichissimo Codice che regolava vita e morte dei leggendari guerrieri giapponesi: quando "le menti di tutti coincidono, le energie si armonizzano, e quando le energie si armonizzano, la forza è unica e uniforme". Pierluigi Tosato, manager e amministratore delegato di importanti aziende multinazionali, ha fatto della sua vita personale e professionale quella di un "Manager Samurai" capace di radunare attorno a sé le forze e le energie in grado di trasformare una normale azienda in un'impresa da sogno. Con la passione di un narratore, Tosato ci racconta il suo viaggio verso "la montagna inaccessibile" - un'avventura ricca di volti, sfide, traguardi - e ci svela i segreti che portano al successo nella gestione di un'impresa. Secondo Tosato, la leadership del mondo contemporaneo è malata di narcisismo; il concetto stesso di successo viene osservato con le lenti distorte dell’individualismo e del risultato di breve periodo ad ogni costo. Guarire dal cancro del narcisismo significa passare dall’io al tutto, dall’alienazione all’autenticità, dall’effimero dominio su cose e persone alla realizzazione di un valore condiviso.
 
L'incontro con Pierluigi Tosato intorno a "Samurai manager" (GueriniNext) a Una Montagna di Libri è per Giovedì 22 Agosto 2019, alle ore 18presso il Museo d'Arte Moderna Mario Rimoldi di Cortina d’Ampezzo.
Ingresso libero. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.
20/08/2019

GIULIO TREMONTI

Prima gli «illuminati», poi le élite sconfitte dalla storia, infine i «cuochi che prendono il controllo della nave». Per capire il grande disordine che oggi investe le nostre vite, Giulio Tremonti prende spunto da tre profezie che emergono dal profondo della storia. Quella di Marx sulla deriva del capitalismo globale, la previsione del Faust di Goethe sul potere mefistofelico del denaro e del mondo digitale (dove al posto del vecchio cogito vale un categorico digito ergo sum!), infine l’intuizione di Leopardi sulla crisi di una civiltà che diviene cosmopolita. Tre chiavi di lettura che l’autore, testimone diretto di tanti «misteri» della storia recente, intreccia con la personale esperienza di studioso e di protagonista della politica. La storia, che doveva essere finita, sta tornando con il carico degli interessi arretrati e la giovane «talpa» del populismo sta scavando il terreno su cui, appena caduto il muro di Berlino, è stata costruita l’utopia della globalizzazione. Oggi sembra di essere tornati agli anni ’20 di Weimar, in una società stravolta e incubatrice di virus politici estremi. Ma non tutto è perduto, per l’Italia e per l’Europa.
 
L'incontro con Giulio Tremonti intorno a "Le tre profezie" (Solferino) a Una Montagna di Libri è per Mercoledì 21 Agosto 2019, alle ore 18presso il Miramonti Majestic G.H. di Cortina d’Ampezzo.
Ingresso libero. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.
18/08/2019

GIANCARLO MARINELLI

Un uomo che sta per diventare padre stringe un patto con la moglie: se il figlio sarà una femmina, la scelta del nome spetterà alla donna; se sarà un maschio, toccherà a lui. Quando l’ultima ecografia svela che nascerà un maschio, il protagonista comincia a pensare al nome da dargli. Potrebbe chiamarlo Marino, come il nonno che non ha mai conosciuto e che gli ha lasciato una biblioteca di oltre seimila volumi. Un sindacalista che aderì al Fascismo, illudendosi che Mussolini avrebbe portato una maggiore giustizia sociale. Oppure potrebbe chiamarlo come il fratello minore di Marino, Almo, che scelse il Partito Comunista nella speranza di una rivoluzione che non sarebbe mai arrivata. Almo e Marino, due fratelli diventati una leggenda, un mistero insondabile, quasi una maledizione. La storia li vuole mossi da un odio reciproco che li porta a combattersi fino all’ultimo dei loro giorni: Marino ha mandato al confino Almo; Almo, appena caduto il Fascismo, ha fatto arrestare Marino. Le vite di entrambi si sviluppano così, simili ma lontane, finché le donne della loro vita proveranno a riavvicinare i pezzi di una famiglia alla deriva. Giancarlo Marinelli ha scritto un romanzo che parla di noi, dei nostri desideri, dei nostri segreti. Con il respiro intimo della confessione, ardente come l’amore di un genitore per il proprio figlio.
 
L'incontro con Giancarlo Marinelli intorno a "Il silenzio di averti accanto" (La nave di Teseo) a Una Montagna di Libri è per Martedì 20 Agosto 2019, alle ore 11.30presso il Museo d'Arte Moderna Mario Rimoldi di Cortina d’Ampezzo.
Ingresso libero. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.
 
18/08/2019

TUTTA COLPA DI BRUXELLES?

Per l'Italia la scelta è davvero fra Bruxelles e la via sovranista? O piuttosto fra l'integrazione con gli europei e, dall’altra parte, la sottomissione all'impero degli altri: russi, cinesi, americani, i colossi del Big Tech? Che ne è del progetto di un’Europa «unita nella diversità» che ha fatto sognare generazioni di donne e uomini? Se lo chiedono in due saggi paralleli Federico Fubini, autore di Per amor proprio (Longanesi) e David Parenzo, che ha scritto I falsari (Marsilio). Ma se in Italia oggi va forte lo spauracchio complottista della perfida Bruxelles, mentre i “falsari” lanciano accuse complottiste contro presunti lobbisti che si nasconderebbero nell’Europarlamento e gli sprechi dei burocrati di Strasburgo, è anche vero che per ridare ai cittadini amor proprio e fiducia nell’Europa forse occorre prima di tutto toglierla agli europeisti di professione. Senza arroganza né complessi di inferiorità, una disamina a due voci dei mali che affliggono il Vecchio continente. Per capire quale sia il posto dell’Italia nella complessa macchina politica comunitaria, tra Macron e Orbán.
 
L'incontro con Federico Fubini e David Parenzo "Tutta colpa di Bruxelles?" a Una Montagna di Libri è per Domenica 18 Agosto 2019, alle ore 17.30presso il Cinema Eden di Cortina d’Ampezzo.
Ingresso libero. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.
 
14/08/2019

BRUNO VESPA

Perché fu Neil Armstrong il primo uomo a mettere piede sulla Luna quando sarebbe toccato a Buzz Aldrin? Perché Aldrin dovette aggiustare un contatto elettrico con la punta di una biro evitando il rischio di restare lassù? Perché Collins temette di rientrare da solo sulla Terra? Bruno Vespa, icona del giornalismo televisivo, da anni interprete attento e autorevole dei cambiamenti della nostra società, con Luna ci riporta al 20 luglio 1969, giorno cruciale nella storia dell’umanità, e ci racconta, non senza emozione e con il consueto spirito investigativo, i retroscena dell’avventura che ha segnato la memoria collettiva e i ricordi di ognuno di noi. Vespa non si ferma tuttavia alla memorabile missione di Apollo 11. Spiega perché, nonostante i sovietici fossero molto più avanti degli americani, furono sconfitti. Perché la conquista di Marte, programmata da von Braun addirittura per la metà degli anni Ottanta, sia stata rinviata di molti decenni. E perché la nostra Samantha Cristoforetti stia studiando il cinese, visto che i prossimi protagonisti dello Spazio verranno dal Paese di Xi Jinping.
 
L'appuntamento con Bruno Vespa intorno a "Luna" (Rai Libri) a Una Montagna di Libri è per Venerdì 16 Agosto 2019, alle ore 18presso l'Alexander Girardi Hall di Cortina d’Ampezzo.
 

Ingresso libero.