News

19/07/2018

LA VERITÀ SU GIORGIO PERLASCA

«Mio padre era un uomo giusto più che un eroe. Lui non amava essere chiamato eroe, diceva di aver fatto semplicemente la cosa giusta». A ottant’anni dalle Leggi per la difesa della razza che segnarono l’inizio della persecuzione degli ebrei italiani, Franco Perlasca ricorda il padre Giorgio, che all'epoca del nazismo salvò la vita di migliaia di ebrei ungheresi. E racconta, da figlio, una storia rimasta nascosta, anche alla famiglia, per oltre 30 anni. Giorgio, cresciuto a Maserà, in provincia di Padova, imprenditore con status di diplomatico nei paesi dell'est allo scoppio della guerra, nel 1943, all’armistizio, sentendosi vincolato dal giuramento di fedeltà prestato al Re, rifiuta di aderire alla Repubblica Sociale Italiana. Viene internato, poi fugge e tra la fine del 1944 e il gennaio del 1945, fingendosi Console spagnolo a Budapest, riesce a portare in salvo 5218 ebrei ungheresi. Un Giusto tra le Nazioni la cui intera vicenda persino i familiari non seppero per molti anni: per umiltà, per discrezione, per carattere. A Cortina, riflettiamo sulla ricerca inesauribile della verità storica tra riscritture tardive, eroi semisconosciuti e inaccettabili negazionismi.
 
L'incontro con Franco Perlasca a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo è per Domenica 22 luglio 2018, alle 18, presso il Palazzo delle Poste di Cortina. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.
18/07/2018

SPIRITI DELLE DOLOMITI

Nel 1872, la famosa romanziera inglese Amelia Edwards si imbarcò in un intrepido viaggio nelle Dolomiti. A oltre un secolo di distanza, ispirati dai racconti di viaggio della Edwards, Alan e Susan Boyle hanno ripercorso il suo cammino. Esplorando il passato e il presente, il cambiamento e la continuità. Tra la narrazione originale di Amelia Edwards e gli incontri degli autori con i discendenti di quanti conobbero Amelia tra queste maestose cime, tra gli acquerelli inediti della Edwards e le straordinarie fotografie scattate ai giorni nostri nelle zone da lei ritratte, un ritratto coinvolgente di uno dei luoghi più spettacolari al mondo.
 
SusanAlan Boyle presentano "Spiriti delle Dolomiti" a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo Venerdì 20 luglio, alle ore 18, presso il Museo d'Arte Moderna Mario Rimoldi di Cortina d’Ampezzo. Con Marco Dibona. Ingresso libero fino a esaurimento posti.
16/07/2018

A PIEDI NUDI SU MARTE

Nell’anno di Marte, una giornata tra scienza, pianeti e informazione. Sotto il cielo stellato di Cortina. E’ quella che si prepara a Una Montagna di Libri, la festa internazionale della lettura di Cortina d’Ampezzo. Intorno al libro A piedi nudi su Marte (Rizzoli), di Adrian Fartade, giovane e brillante divulgatore, che ha conquistato il web con la sua contagiosa passione per l’astronomia e le scienze. In collaborazione con l’Associazione Astronomica Cortina.
 
Il doppio appuntamento è per Giovedì 19 luglio. Prima, alle ore 18, presso il Planetario Niccolò Cusano di Cortina d’Ampezzo, spazio alla presentazione del libro. Ingresso libero fino a esaurimento posti.
 
Poi, dalle 19.45, cena e visita speciale all’Osservatorio del Col Drusciè, per osservare da vicino il Pianeta Rosso nell’anno internazionale di Marte. Prenotazioni per la serata: Ristorante Col Drusciè, tel. 0436 862372.

 

04/07/2018

LAURA MORANTE

Famiglie, coppie in crisi, omicidi e amici. Tradimenti e paure alimentati da vecchi rancori o da accadimenti fortuiti, fraintendimenti e rimpianti serbati per anni che arrivano improvvisi a scompaginare le carte, a scrivere da capo un inizio o una fine, mandando all’aria ogni morale. Irregolari e spiazzanti, quasi si muovessero al ritmo di un’improvvisazione jazz, diversissimi eppure legati nel profondo, i Brividi immorali (La nave di Teseo) di Laura Morante, sono racconti e interludi che si spalancano come finestre su un mondo di relazioni e affetti, attraversato da una quotidiana violenza, piccola o grande. Ma sopra ogni cosa, su queste donne inquiete, fragili, contradditorie, su questi uomini razionali e infantili, su bambini sognanti e feroci, veleggia un’esatta, implacabile ironia che scova una bellezza insensata: la melodia disarmonica, imprevedibile e trascinante su cui il destino ci invita a ballare.
 
Laura Morante inizia da giovanissima, prima nella danza, poi in teatro con Carmelo Bene, al cinema con Giuseppe e Bernardo Bertolucci, Nanni Moretti, Mario Monicelli, Gianni Amelio, Pupi Avati, Peter Del Monte. Nel corso degli anni si cimenta con il cinema italiano e straniero, lavorando con Monteiro, Malkovich, Tanner, Vecchiali e Resnais. Nel 2012 esce Ciliegine, il suo primo film come regista (Globo d’oro come Regista rivelazione). Nel 2016 firma la sua seconda regia con il film Assolo.
 
L'incontro con Laura Morante a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo è per Sabato 21 luglio 2018, alle 18, presso il Palazzo delle Poste di Cortina. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.
11/07/2018

CADORNA E CAPORETTO

«Quale disastro più grande del mio? In dieci giorni io, l’idolo dell’Italia e dell’Europa, si può dire, sono giunto al fondo della miseria». Luigi Cadorna diresse con poteri pressoché assoluti le operazioni militari italiane nella Grande Guerra. L’enorme consenso personale e la debolezza dei governi di Roma lo misero al riparo da ogni critica. Fino alla disfatta di Caporetto, nell’autunno 1917. Una delle più grandi battaglie della Prima guerra mondiale, che coinvolse oltre 600mila soldati sui due fronti e si lasciò sul campo oltre 90mila tra morti e feriti. Quanto Cadorna era stato incensato prima di Caporetto, tanto venne demonizzato dopo. Ma fino a dove arrivano le sue colpe? Marco Mondini, docente di Storia militare all’Università di Padova e autore di Il Capo (Il Mulino), e Francesco Jori, giornalista, autore di Caporetto. La grande battaglia (Biblioteca dell’Immagine), riaprono i faldoni della Storia. Per tornare sulle accuse e le responsabilità di un disastro.
 
L'incontro con Francesco Jori e Marco Mondini è per Giovedì 12 luglio 2018, alle 18, presso il Museo d'Arte Moderna Mario Rimoldi di Cortina d'Ampezzo. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzoinfo@unamontagnadilibri.it.
01/07/2018

ANDREW SEAN GREER

Andrew Sean Greer, Premio Pulitzer per la letteratura 2018, è il protagonista di un incontro di eccezione a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo. Intorno al suo ultimo libro, Less (La nave di Teseo).

Problema: sei uno scrittore fallito sulla soglia dei cinquant’anni. Il tuo ex fidanzato, cui sei stato legato per nove anni, sta per sposare un altro. Non puoi andare al suo matrimonio, sarebbe troppo strano, e non puoi rifiutare, sembrerebbe una sconfitta. Sulla tua scrivania intanto languono una serie di improbabili inviti da festival ed editori di tutto il mondo. Domanda: come puoi risolvere entrambi i problemi? Soluzione: accetti tutti gli inviti, se sei Arthur Less. Inizia così una specie di folle e fantasioso giro del mondo in 80 giorni che porterà Less in Messico, Francia, Germania, Italia, Marocco, India e Giappone, riuscendo a frapporre migliaia di chilometri tra lui e i problemi che si rifiuta di affrontare. Una commedia romantica, una satira sul tipico occidentale all’estero, una riflessione sul tempo e sul cuore dell’uomo, che ha conquistato il Premio Pulitzer 2018.

Andrew Sean Greer è nato nel 1970 a Washington. È l’autore di Le confessioni di Max Tivoli (miglior libro 2004 per il San Francisco Chronicle e il Chicago Tribune, vincitore del Northern California Book Award, California Book Award, New York Public Library Young Lions Award, O. Henry Award), Storia di un matrimonio e Le vite impossibili di Greta Wells. È direttore della Fondazione Santa Maddalena.

L'incontro con Andrew Sean Greer è per Mercoledì 18 luglio 2018, alle 18, presso il Palazzo delle Poste di Cortina d'Ampezzo. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.
06/06/2018

ANDRÉ ACIMAN

André Aciman è il protagonista dell'incontro di inaugurazione di Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo per l'estate 2018.

Una lunga lettera d’amore tra Elio e Oliver, in un’estate italiana di tanti anni fa. Una di quelle estati che segnano la vita per sempre. Chiamami col tuo nome è la storia di un paradiso scoperto e già perduto, una meditazione proustiana sul tempo e sul desiderio. Un gioiello della letteratura contemporanea diventato un film, per la regia di Luca Guadagnino, che ha riscosso un clamoroso successo. André Aciman, maestro internazionale della narrativa, inaugura la XVIII Edizione di Una Montagna di Libri parlando di questa e delle sue altre storie, da Harvard Square a Ultima notte ad Alessandria.

André Aciman insegna letteratura comparata alla City University di New York e vive con la famiglia a Manhattan. Dopo Chiamami col tuo nome, romanzo che ha segnato il suo esordio ed è diventato un film nel 2017 per la regia di Luca Guadagnino, Guanda ha pubblicato Notti bianche, Harvard Square, Ultima notte ad Alessandria e Città d’ombra.

L'incontro con André Aciman è per Sabato 30 giugno 2018, alle 18, presso il Cinema Eden di Cortina d'Ampezzo. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.
31/05/2018

ELIZABETH STROUT

Elizabeth Strout, Premio Pulitzer, è la protagonista dell'incontro di anteprima di Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo per l'estate 2018. Con Tutto è possibile (Einaudi).

Ad Amgash, Illinois, le vetrine dell'unica libreria ospitano l'ultima fatica di una concittadina, Lucy Barton, partita molti anni prima alla volta della sfavillante New York e mai piú ritornata. E non vi è abitante del paese che non voglia accaparrarsene una copia. Perché quel libro, un memoir a quanto pare, racconta senza reticenze la storia di miseria e riscatto di una di loro, e insieme racconta la storia di tutti loro, quelli che sono rimasti fra le distese di mais e di soia del minuscolo centro del Midwest, con il suo carico di vergogna e desiderio, di gentilezza e rancore.

Elizabeth Strout è nata nel Maine ma da molti anni vive a New York. Ha pubblicato i suoi racconti su «The New Yorker» e molte altre riviste. Ha pubblicato, tra gli altri, Amy e Isabelle, Resta con me e I ragazzi Burgess, e la raccolta di racconti Olive Kitteridge, con Fazi. Con Olive Kitteridge ha vinto il Premio Pulitzer (2009), il Premio Bancarella (2010) e il Premio Mondello (2012). Per Einaudi ha pubblicato Mi chiamo Lucy Barton (2016) e Tutto è possibile (2017).

L'incontro con Elizabeth Strout è per Sabato 16 giugno 2018, alle 18, presso il Palazzo delle Poste di Cortina d'Ampezzo.

Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.

30/05/2018

ESTATE A CORTINA!

La stagione più incredibile ed emozionante sta cominciando nella Regina delle Dolomiti. È tutto pronto per l’estate dei record di Una Montagna di Libri, la festa internazionale della lettura protagonista della stagione di Cortina d’Ampezzo, Da giugno a settembre, la XVIII Edizione porta a Cortina un programma ricchissimo, con oltre quaranta appuntamenti con l’autore. Tra letteratura, attualità, cinema e arte.

Una Montagna di Libri sfoglierà le pagine di narratori del mondo, del calibro di Amitav Ghosh, André Aciman, John Hemingway, Elizabeth Strout, Laura Morante, Giancarlo De Cataldo, Helena Janeczek, Ermanno Cavazzoni, Davide Orecchio, Rosella Postorino, Francesco Targhetta, Antonio Monda, Matteo Righetto, Francesco Vidotto. Incontrerà alcune guest star come Dario Argento, Laura Morante, João Nunes, ascolterà le voci della scienza, del cinema, delle arti, come Giorgio Cavazzano, Serge d’Urach, Andrea di Robilant, Corrado Augias, Eliana Liotta, Gian Arturo Ferrari, Cristiano Seganfreddo, Adrian Fartade, Franco Perlasca, Vera Slepoj, Roberto Abbiati, Marco Mondini, Marina Valensise, Federico Squarcini, Alessandro Wagner, Annina Pedrini, Paolo Maria Noseda, Jan Sedmak, Lorenzo Capellini, Sarah Cuminetti. Interpellerà protagonisti dell’informazione e del giornalismo come Enrico Mentana, Luciano Fontana, Paolo Mieli, Marco Travaglio, Bruno Vespa, Marco Tarquinio, Gennaro Sangiuliano, Vittorio Feltri, Francesco Jori, Giovanni Stefani, Alessandro Russello, Paolo Possamai, Marisa Fumagalli, Massimo Mamoli, Giovanni Viafora, Alessandro Zangrando, Alessandro Mezzena Lona, Luigi Mascheroni, Francesco Verni, Alessandro Zaccuri. E ancora, Cristiano Corazzari, Gianpaolo Bottacin, Gianpietro Ghedina, Chantal Borgonovo, Giancarlo Volpato, Giancarlo Simionato Michele Uliana, Marco Birro, Nicola Barbon, Denis Feletto, e molti altri. Questi sono solo alcuni dei protagonisti dell'Estate 2018 a Cortina.

Il programma completo sarà pubblicato all'inizio di luglio. Intanto, l'appuntamento è subito, a Cortina, per un doppio incontro al vertice della letteratura: Sabato 16 giugno 2018 anteprima assoluta con la narratrice statunitense Premio Pulitzer Elizabeth Strout. E poi André Aciman, che inaugurerà il Festival Sabato 30 giugno 2018, con una conversazione su Chiamami col tuo nome, romanzo da cui Luca Guadagnino ha tratto il film omonimo. Prenotazioni per i due eventi: info@unamontagnadilibri.it .

23/05/2018

AMITAV GHOSH

La più grande estate con i libri e gli autori tra le Dolomiti sta per cominciare. In attesa di scoprire il fantastico programma della XVIII Edizione di Una Montagna di Libri, la festa internazionale della lettura di Cortina d’Ampezzo, nasce una nuova iniziativa. Si chiama VersoCortina l’appuntamento speciale che Una Montagna di Libri inaugura a Milano, in una sede di eccezione: il giardino segreto di Palazzo Durini, dove ha sede Agenzia del Contemporaneo. 
 
Saranno Cristiano Seganfreddo, fondatore di AdC, e Francesco Chiamulera, responsabile di Una Montagna di Libri, a dare il benvenuto ad Amitav Ghosh, scrittore indiano protagonista della letteratura mondiale. A Milano, in anteprima assoluta sulla stagione cortinese, Amitav Ghosh parlerà di La grande cecità, il suo ultimo libro edito da Neri Pozza, sul cambiamento climatico.
 
Amitav Ghosh è nato a Calcutta nel 1956, ha studiato a Oxford e vive tra la sua città natale e New York. Considerato uno dei più grandi scrittori indiani, per Neri Pozza ha pubblicato tra gli altri Il paese delle maree (2005), Circostanze incendiarie (2006), Il palazzo degli specchi (2007), Mare di papaveri (2008), Il cromosoma Calcutta (2008), Lo schiavo del manoscritto (2009), Le linee d'ombra (2010), Diluvio di fuoco (2015).
 
L'incontro con Amitav Ghosh è per martedì 29 maggio 2018, alle 19, presso Agenzia del Contemporaneo, Palazzo Durini, Milano. Ingresso su accredito all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.