News

18/07/2019

ELIANA LIOTTA

Si dice che siamo nati per soffrire, ma gli studi provano che la storia dell’uomo avanza alla ricerca di gioia, il nostro principio vitale. Lo testimoniano l’arte, la musica, l’innamoramento. Il sorriso pieno è l’espressione meglio identificabile sul volto: forse perché chi sa riconoscerla trova un amico, e gli amici allenano il buonumore. Un abbraccio seda lo stress, pranzare in compagnia stimola la produzione di endorfine. Con la vicinanza degli altri, a cascata, calano i rischi di depressione, di malattie del cuore, di ipertensione. Eliana Liotta suggerisce 25 idee per cercare di vivere con gioia: sono Prove di felicità. Con le evidenze scientifiche rilevanti sul tema, i riscontri che provengono dai laboratori e dalle indagini sulle popolazioni. E per la prima volta medici e ricercatori di un grande istituto scientifico e ospedale universitario, il San Raffaele di Milano, collaborano a un progetto che esplora un ingrediente non quantificabile eppure essenziale nella salute di una persona.
 
L'appuntamento con Eliana Liotta intorno a "Prove di felicità" (La nave di Teseo) a Una Montagna di Libri è per Domenica 21 Luglio 2019, alle ore 18presso il Miramonti Majestic Grand Hotel di Cortina d’Ampezzo. Interviene Elisa Corsini.
 

Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.

18/07/2019

M. IL FIGLIO DEL SECOLO

Lui è come una bestia: sente il tempo che viene. Lo fiuta. E quel che fiuta è un’Italia sfinita, stanca della “casta” politica, dei moderati, del buonsenso. Allora lui si mette a capo degli irregolari, dei cialtroni, dei delinquenti, degli avventurieri, degli incendiari e anche dei “puri”, che sono i più feroci e i più fessi. Lui: Benito Mussolini, ex leader socialista cacciato dal partito, agitatore politico indefesso e direttore di un piccolo giornale di opposizione, è un personaggio da romanzo. Un romanzo, sì, quello di Antonio Scurati, che ha vinto il Premio Strega 2019, ma un romanzo in cui d'inventato non c'è nulla. Al contrario, ogni singolo accadimento, personaggio, dialogo o discorso è storicamente documentato o autorevolmente testimoniato da più di una fonte. È la storia dell'Italia tra il 1919 e il 1925, dalla fondazione dei Fasci italiani di combattimento al delitto Matteotti, la storia di un Paese che si consegna alla dittatura, la storia di un uomo (M, il figlio del secolo) che rinasce molte volte dalle proprie ceneri. La storia della Storia che ci ha resi quello che siamo.
 
L'appuntamento con Antonio Scurati intorno a "M. Il figlio del secolo" a Una Montagna di Libri è per Sabato 20 Luglio 2019, alle ore 18presso la Sala Cultura del Palazzo delle Poste di Cortina d’Ampezzo. Introduce Francesco Chiamulera. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.
17/07/2019

ANTONIO G. BORTOLUZZI

Lungo il fiume Piave, tra capannoni e ditte artigianali ormai prive del vigore di un tempo, ha sede la Filati Dolomiti, fabbrica sfiancata dalla crisi degli anni Duemila. È qui che lavorano i due cinquantenni Valentino e Massimo. Disilluso e nostalgico il primo, esuberante e roso da una rabbia latente il secondo, hanno visto passare su di sé e sugli altri operai le macine della recessione. Ma quando una ditta orafa apre i battenti nel magazzino adiacente, Massimo e Valentino decidono di preparare la rapina con cui procurarsi l’oro necessario per realizzare il loro sogno: abbandonare le miserie della fabbrica e rilevare un agriturismo sui monti, per iniziare una vita nuova. La meticolosa messa a punto del piano procede spedita e senza intoppi, finché un giorno, sulla corriera che lo porta al lavoro, Valentino incontra Yu, una ragazza cinese di ventisei anni. Antonio G. Bortoluzzi ha scritto un romanzo di montagna, di industria, di avventura e, in fondo, d’amore.
 
L'appuntamento con Antonio G. Bortoluzzi intorno a "Come si fanno le cose" (Marsilio) a Una Montagna di Libri è per Venerdì 19 Luglio 2019, alle ore 18presso il Museo Paleontologico Rinaldo Zardini di Cortina d’Ampezzo.
 

Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.

17/07/2019

ANTONOV 24. LA STRAGE DI SANTA LUCIA

La bufera di neve non accenna a placarsi. Nel turboelica fermo sulla pista del “Valerio Catullo” di Verona prendono posto 49 persone. Gli italiani sono 31, tutti piccoli imprenditori, commercialisti e uomini d’affari diretti a Timisoara e Bucarest, città chiave di un paese in cui stanno esplodendo potenzialità economiche enormi, da poco sbloccate dalla caduta del regime di Ceausescu. È la sera del 13 dicembre 1995, Santa Lucia. Il comandante dell’aereo ha fretta di ritornare in Romania ma l’Antonov 24, costruito in Ucraina nel 1967, è in sovraccarico. I funzionari dell’aeroporto non si accorgono o non se ne curano, lo lasciano partire con le ali ghiacciate. Non è un decollo ma un salto sbilenco. L’Antonov si alza per meno di cento metri, vira e precipita poco dopo la fine della pista. Nessuno si salva. Nella sua vivida ricostruzione, che affonda la lama della memoria nell’epoca d’oro del boom del Nordest, Gianni Favero fa parlare magistrati, imputati, economisti, congiunti delle vittime. Una tragedia di cui mancano ancora molti tasselli.
 
L'appuntamento con Gianni Favero intorno a "Antonov 24" (Linea Ed.) a Una Montagna di Libri è per Giovedì 18 Luglio 2019, alle ore 18presso il Miramonti Majestic Grand Hotel di Cortina d’Ampezzo.
 

Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.

16/07/2019

DONNE DI SPORT

Rugby, nuoto, slalom, karate, scherma, short track, motocross, calcio, pallavolo, pugilato, pallacanestro. Dodici donne, dodici atlete, dodici storie di vita. Le raccontano a Una Montagna di Libri, la festa della lettura protagonista di Cortina d’Ampezzo quattro ospiti d’eccezione: Alessandro Benetton, Presidente Fondazione Cortina 2021, ne parla con Monica D’Ascenzo e le atlete Nausicaa Dell’Orto e Giorgia Sottana. Con un occhio ai Mondiali di Sci di Cortina 2021 e ai Giochi Olimpici Invernali Milano-Cortina 2026.
 
L'appuntamento con Alessandro Benetton, Monica D’Ascenzo, Nausicaa Dell’Orto e Giorgia Sottana intorno a "Donne di sport" a Una Montagna di Libri è per Mercoledì 17 Luglio 2019, alle ore 18presso la Sala Cultura del Palazzo delle Poste di Cortina d’Ampezzo. Un incontro realizzato in collaborazione con Fondazione Cortina 2021.
 

Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.

15/07/2019

NUTO REVELLI: VITA GUERRE LIBRI

I temi ricorrenti, le passioni di Nuto Revelli, di cui ricorre il centenario dalla nascita, riguardano la storia vista dal basso, vissuta in prima persona e testimoniata, sia in guerra sia nel mondo contadino, soprattutto quello delle colline e delle montagne del Cuneese. Giuseppe Mendicino, studioso e lettore appassionato, ne ricostruisce la trama. Revelli combatté sul fronte russo come tenente del battaglione alpino Tirano, durante la Resistenza fu comandante partigiano di Giustizia e Libertà nelle montagne del Cuneese e scrisse opere di testimonianza storica e di forte etica civile. Dalla difesa del mondo dei vinti traspare anche un’attenzione indignata e dolente per l’abbandono di tanti borghi, la devastazione ambientale, la scomparsa di competenze e memorie. Le opere di Revelli, da La guerra dei poveri a La strada del davai, da Mai tardi a Il mondo dei vinti, da L’anello forte a Il disperso di Marburg, sono un invito a non cadere nell’indifferenza, a respingere il conformismo e la prepotenza; sono uno sprone a restare sempre «ribelli per giusta causa», per la giustizia e per la libertà. Ci restano i suoi libri, le sue parole e il suo esempio.
 
L'appuntamento con Giuseppe Mendicino intorno a "Nuto Revelli: Vita guerre libri" (Priuli & Verlucca) a Una Montagna di Libri è per Martedì 16 Luglio 2019, alle Ore 19, Libreria Sovilla Cortina d'Ampezzo.
 

Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.

15/07/2019

MONOCROME

85 immagini in bianco e nero, espressione delle silenziose camminate lungo i sentieri della Conca d'Ampezzo e dello sguardo incantato su queste vette che furono scogliere. È forte il senso di appartenenza che il fotografo Manuel Cicchetti prova riguardo ad un luogo, Cortina d’Ampezzo: non semplicemente conoscere, ma ri-conoscere, nel sentirsi parte, le cose del mondo. I suoi scatti rivisitano lo spazio e il tempo nella suggestione del bianco e nero, linguaggio prediletto dell’artista. Cascate e corsi d’acqua, alberi allineati, rocce spigolose dense d’espressione, sabbie e coralli di un mare preistorico, silici e graniti. 85 immagini selezionate tra più di mille scatti realizzati in quattro anni di lavoro.

L'appuntamento con Manuel Cicchetti intorno a "Monocrome" a Una Montagna di Libri è per Martedì 16 Luglio 2019, alle Ore 11.30, Museo Paleontologico Rinaldo Zardini di Cortina d'Ampezzo.

Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.

09/07/2019

TRIESTE SELVATICA

Trieste è la città di Maria Teresa, di Miramare, di Sissi, delle regate, dei caffè. Tutto vero. Ma c’è un’altra città: quella di Joyce e di chi come lui trascorreva le notti in locali malfamati, in mezzo alla calca umana giunta per cercare fortuna in una metropoli che fino a poco tempo prima era stata un anonimo villaggio. La racconta Luigi Nacci nel suo ultimo libro. C’era e c’è ancora una Trieste di vicoli, di personaggi al limite tra genio e follia. C’è il Carso, non corpo separato, ma parte integrante della città: labirinto di sassi, boscaglie, doline, foibe, trincee. Ci sono boschi e foreste sterminate, luoghi in cui si è combattuto, ci si è vendicati spietatamente, si sono nascoste prove di stragi feroci, e allo stesso tempo rifugi per vagabondi pacifici, viandanti senza bandiera che non conoscono l’odio. Il selvatico batte alle porte del centro. È una forza selvaggia e liberatoria. Siamo disposti a conoscerla?

“Non più dighe, palazzi di banche, castelli di imperatori. Vorrei dirti di osterie, bordelli, vie in cui gli artisti si sono mischiati a gente di popolo, pellegrini, spettri di soldati senza plotone e finalmente uscire dal centro, spalancare i polmoni in Carso e più in là, nella selva”.

L'appuntamento con Luigi Nacci intorno a "Trieste selvatica" (Laterza) a Una Montagna di Libri è per Lunedì 15 Luglio 2019, alle Ore 18, Museo Paleontologico Rinaldo Zardini di Cortina d'Ampezzo. Con Ennio Rossignoli e Francesco Chiamulera.

Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.

08/07/2019

ANTONIO SPADARO

Il 22 settembre 2018 la Sala Stampa vaticana ha comunicato la firma di un accordo provvisorio tra la Repubblica popolare cinese e la Santa Sede sulle modalità di nomina dei vescovi cattolici. Antonio Spadaro, direttore della rivista “La Civiltà Cattolica”, ricostruisce le strategie attraverso cui Francesco e la sua «Chiesa in uscita» stanno interpretando e talvolta mutando radicalmente il confronto sugli equilibri mondiali. “Non si tratta”, spiega, “della conclusione di un processo, ma del suo reale avvio”, voluto con determinazione da papa Francesco. A oltre quattro secoli di distanza dalle prime missioni gesuitiche nell’impero cinese, Bergoglio sa che la Cina è anche un paese immenso e complesso, che pone sfide culturali, umanitarie, religiose, di diritti umani, con il quale, tuttavia, si deve “superare la logica delle facili contrapposizioni”. La geopolitica del mondo cambia in modo vorticoso, eppure l’impegno per comprenderla, e per anticipare le spinte di guerra e di scontri di civiltà, è una sfida che la Chiesa di Francesco non intende evitare.

Antonio Spadaro (1966), gesuita, è direttore della rivista La Civiltà Cattolica e membro del Board of Directors della Georgetown University. Autore della prima intervista a papa Francesco dopo l’elezione, apparsa su La Civiltà Cattolica nel settembre 2013, è autore di La Chiesa in Cina (Ancora). Per Marsilio ha curato Il nuovo mondo di Francesco. Come il Vaticano sta cambiando la politica globale (2017).

L'appuntamento con Antonio Spadaro a Una Montagna di Libri è per Venerdì 12 Luglio 2019, alle Ore 18, Palazzo delle Poste di Cortina d'Ampezzo. Interviene Marco Tarquinio.

Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.

08/07/2019

BUON COMPLEANNO, UNA MONTAGNA DI LIBRI!

Era il 2009 quando Una Montagna di Libri portò in scena a Cortina d’Ampezzo il primo dei propri incontri con l’autore, per onorare una storia fantastica di cultura tra le Dolomiti. Da allora sono quasi 700 gli incontri con scrittori provenienti da tutto il mondo che si sono succeduti a Cortina. Ma una rassegna non è solo una grande festa intorno alla magia della ispirazione letteraria. È come una pianta, che cresce secondo solidità e robustezza, tenendo le radici nel terreno che la esprime. Sabato 13 luglio celebriamo i dieci anni della festa internazionale della letteratura di Cortina con tre speciali regali. Il primo sono gli auguri, a sorpresa, che si susseguiranno sullo schermo, di tanti amici scrittori, per la XX Edizione del Festival. Il secondo è l’archivio digitalizzato del festival, che offre gratuitamente a studiosi e appassionati molti contenuti speciali. Il terzo è una lezione magistrale di Alessandro Piperno, dedicata a Philip Roth. Insieme, in un pomeriggio emozionante.
 

L'appuntamento è per Sabato 13 Luglio 2019, alle Ore 17, Cinema Eden di Cortina d'Ampezzo.

Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.