News

23/07/2018

SERGE D'URACH

L’arte incontra la scrittura, il pennello si intreccia con le parole nelle opere commoventi di Serge d’Urach. Grazie al libro di un’importante esibizione svoltasi a Shanghai, incontriamo un artista e la sua opera, tra Venezia, la Cina e la Svizzera. Acquerelli e disegni, immagini di scene catturate in un lungo viaggio in Oriente, “sulle tracce di Marco Polo”: la bellezza di un albero, di una casa nella campagna, di piante e fiori, dei pesci, dei cavalli al pascolo. Una storia d’amore. Dai disegni fatti a matita e poi rifiniti con inchiostro cinese con gouache, creando un effetto chiaroscuro - quasi una calligrafia personale - agli acquerelli, dipinti su carte originali del Sei, del Sette, dell’Ottocento, dove si leggono i segni dell’uso. “Molte parti appaiono incompiute: è una scelta precisa. E’ la vostra immaginazione che è chiamata a riempire il vuoto”.

 
L'incontro con Serge d'Urach a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo è per Martedì 24 agosto 2018, alle 18, presso il Museo d'Arte Moderna Mario Rimoldi di Cortina. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.
23/07/2018

YOGASUTRA

Il testo degli Yogasutra risale al periodo compreso tra il II e il IV secolo d.C. e viene tradizionalmente attribuito a Patañjali, filosofo indiano di cui si conosce pochissimo. Gli Yogasutra sono il principale pilastro teorico e spirituale di una lunga tradizione di pratiche filosofiche e visioni del mondo sintetizzate dalla parola yoga. Federico Squarcini, docente a Venezia, tra i maggiori esperti di storia delle religioni indiane, ci conduce in un affascinante introduzione a Patañjali e al suo pensiero. Che pone sotto scrutinio “l'iperattività della mente, le ragioni dei turbamenti che vengono dalle rappresentazioni di sé, l'avvicendarsi incessante dei flussi dei pensieri, la condizione ondivaga della cognizione”.

 
L'incontro con Federico Squarcini a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo è per Lunedì 23 agosto 2018, alle 18, presso il Miramonti Majestic Grand Hotel di Cortina. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.
23/07/2018

GIORGIO CAVAZZANO

È l’uomo dei paperi e anche l’uomo dei topi. È uno dei disegnatori e illustratori più amati e venerati d’Italia, ben oltre i confini del mondo Disney, al quale ha regalato centinaia di storie. Il tratto vivace, modernissimo, persino rivoluzionario nel modo in cui ha dato un volto nuovo a Paperino, Topolino, Qui, Quo, Qua, è quello inconfondibile di Giorgio Cavazzano. E Cavazzano è protagonista di un pomeriggio unico, tra disegni, idee, intuizioni. Dagli esordi con “Paperino e il singhiozzo a martello” (1967) a Paperinik, da Reginella a Umperio Bogarto, alle infinite altre storie nate dalla sua fantasia, entriamo insieme nel mondo di Giorgio Cavazzano. Un incontro senza confini di età, di generazioni, di sogni.

 
L'incontro con Giorgio Cavazzano a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo è per Sabato 11 agosto 2018, alle 17.30, presso il Cinema Eden di Cortina. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.
19/07/2018

I FINALISTI DEL PREMIO CAMPIELLO

A Cortina l’occasione unica di incontrare dal vivo i cinque finalisti di un grande premio letterario italiano, alla sua 56a Edizione. Insieme, leggiamo La ragazza con la Leica (Guanda) di Helena Janeczek, La Galassia dei dementi (La Nave di Teseo) di Ermanno Cavazzoni, Mio padre la rivoluzione (Minimum Fax) di Davide Orecchio, Le vite potenziali (Mondadori) di Francesco Targhetta, Le assaggiatrici (Feltrinelli) di Rosella Postorino. Conduce Alessandra Tedesco.

 
L'incontro con i finalisti del Premio Campiello a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo è per Sabato 28 luglio 2018, alle 17.30, presso il Cinema Eden di Cortina. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.
19/07/2018

LA VERITÀ SU GIORGIO PERLASCA

«Mio padre era un uomo giusto più che un eroe. Lui non amava essere chiamato eroe, diceva di aver fatto semplicemente la cosa giusta». A ottant’anni dalle Leggi per la difesa della razza che segnarono l’inizio della persecuzione degli ebrei italiani, Franco Perlasca ricorda il padre Giorgio, che all'epoca del nazismo salvò la vita di migliaia di ebrei ungheresi. E racconta, da figlio, una storia rimasta nascosta, anche alla famiglia, per oltre 30 anni. Giorgio, cresciuto a Maserà, in provincia di Padova, imprenditore con status di diplomatico nei paesi dell'est allo scoppio della guerra, nel 1943, all’armistizio, sentendosi vincolato dal giuramento di fedeltà prestato al Re, rifiuta di aderire alla Repubblica Sociale Italiana. Viene internato, poi fugge e tra la fine del 1944 e il gennaio del 1945, fingendosi Console spagnolo a Budapest, riesce a portare in salvo 5218 ebrei ungheresi. Un Giusto tra le Nazioni la cui intera vicenda persino i familiari non seppero per molti anni: per umiltà, per discrezione, per carattere. A Cortina, riflettiamo sulla ricerca inesauribile della verità storica tra riscritture tardive, eroi semisconosciuti e inaccettabili negazionismi.
 
L'incontro con Franco Perlasca a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo è per Domenica 22 luglio 2018, alle 18, presso il Palazzo delle Poste di Cortina. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.
18/07/2018

SPIRITI DELLE DOLOMITI

Nel 1872, la famosa romanziera inglese Amelia Edwards si imbarcò in un intrepido viaggio nelle Dolomiti. A oltre un secolo di distanza, ispirati dai racconti di viaggio della Edwards, Alan e Susan Boyle hanno ripercorso il suo cammino. Esplorando il passato e il presente, il cambiamento e la continuità. Tra la narrazione originale di Amelia Edwards e gli incontri degli autori con i discendenti di quanti conobbero Amelia tra queste maestose cime, tra gli acquerelli inediti della Edwards e le straordinarie fotografie scattate ai giorni nostri nelle zone da lei ritratte, un ritratto coinvolgente di uno dei luoghi più spettacolari al mondo.
 
SusanAlan Boyle presentano "Spiriti delle Dolomiti" a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo Venerdì 20 luglio, alle ore 18, presso il Museo d'Arte Moderna Mario Rimoldi di Cortina d’Ampezzo. Con Marco Dibona. Ingresso libero fino a esaurimento posti.
16/07/2018

A PIEDI NUDI SU MARTE

Nell’anno di Marte, una giornata tra scienza, pianeti e informazione. Sotto il cielo stellato di Cortina. E’ quella che si prepara a Una Montagna di Libri, la festa internazionale della lettura di Cortina d’Ampezzo. Intorno al libro A piedi nudi su Marte (Rizzoli), di Adrian Fartade, giovane e brillante divulgatore, che ha conquistato il web con la sua contagiosa passione per l’astronomia e le scienze. In collaborazione con l’Associazione Astronomica Cortina.
 
Il doppio appuntamento è per Giovedì 19 luglio. Prima, alle ore 18, presso il Planetario Niccolò Cusano di Cortina d’Ampezzo, spazio alla presentazione del libro. Ingresso libero fino a esaurimento posti.
 
Poi, dalle 19.45, cena e visita speciale all’Osservatorio del Col Drusciè, per osservare da vicino il Pianeta Rosso nell’anno internazionale di Marte. Prenotazioni per la serata: Ristorante Col Drusciè, tel. 0436 862372.

 

04/07/2018

LAURA MORANTE

Famiglie, coppie in crisi, omicidi e amici. Tradimenti e paure alimentati da vecchi rancori o da accadimenti fortuiti, fraintendimenti e rimpianti serbati per anni che arrivano improvvisi a scompaginare le carte, a scrivere da capo un inizio o una fine, mandando all’aria ogni morale. Irregolari e spiazzanti, quasi si muovessero al ritmo di un’improvvisazione jazz, diversissimi eppure legati nel profondo, i Brividi immorali (La nave di Teseo) di Laura Morante, sono racconti e interludi che si spalancano come finestre su un mondo di relazioni e affetti, attraversato da una quotidiana violenza, piccola o grande. Ma sopra ogni cosa, su queste donne inquiete, fragili, contradditorie, su questi uomini razionali e infantili, su bambini sognanti e feroci, veleggia un’esatta, implacabile ironia che scova una bellezza insensata: la melodia disarmonica, imprevedibile e trascinante su cui il destino ci invita a ballare.
 
Laura Morante inizia da giovanissima, prima nella danza, poi in teatro con Carmelo Bene, al cinema con Giuseppe e Bernardo Bertolucci, Nanni Moretti, Mario Monicelli, Gianni Amelio, Pupi Avati, Peter Del Monte. Nel corso degli anni si cimenta con il cinema italiano e straniero, lavorando con Monteiro, Malkovich, Tanner, Vecchiali e Resnais. Nel 2012 esce Ciliegine, il suo primo film come regista (Globo d’oro come Regista rivelazione). Nel 2016 firma la sua seconda regia con il film Assolo.
 
L'incontro con Laura Morante a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo è per Sabato 21 luglio 2018, alle 18, presso il Palazzo delle Poste di Cortina. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.
11/07/2018

CADORNA E CAPORETTO

«Quale disastro più grande del mio? In dieci giorni io, l’idolo dell’Italia e dell’Europa, si può dire, sono giunto al fondo della miseria». Luigi Cadorna diresse con poteri pressoché assoluti le operazioni militari italiane nella Grande Guerra. L’enorme consenso personale e la debolezza dei governi di Roma lo misero al riparo da ogni critica. Fino alla disfatta di Caporetto, nell’autunno 1917. Una delle più grandi battaglie della Prima guerra mondiale, che coinvolse oltre 600mila soldati sui due fronti e si lasciò sul campo oltre 90mila tra morti e feriti. Quanto Cadorna era stato incensato prima di Caporetto, tanto venne demonizzato dopo. Ma fino a dove arrivano le sue colpe? Marco Mondini, docente di Storia militare all’Università di Padova e autore di Il Capo (Il Mulino), e Francesco Jori, giornalista, autore di Caporetto. La grande battaglia (Biblioteca dell’Immagine), riaprono i faldoni della Storia. Per tornare sulle accuse e le responsabilità di un disastro.
 
L'incontro con Francesco Jori e Marco Mondini è per Giovedì 12 luglio 2018, alle 18, presso il Museo d'Arte Moderna Mario Rimoldi di Cortina d'Ampezzo. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzoinfo@unamontagnadilibri.it.
01/07/2018

ANDREW SEAN GREER

Andrew Sean Greer, Premio Pulitzer per la letteratura 2018, è il protagonista di un incontro di eccezione a Una Montagna di Libri Cortina d'Ampezzo. Intorno al suo ultimo libro, Less (La nave di Teseo).

Problema: sei uno scrittore fallito sulla soglia dei cinquant’anni. Il tuo ex fidanzato, cui sei stato legato per nove anni, sta per sposare un altro. Non puoi andare al suo matrimonio, sarebbe troppo strano, e non puoi rifiutare, sembrerebbe una sconfitta. Sulla tua scrivania intanto languono una serie di improbabili inviti da festival ed editori di tutto il mondo. Domanda: come puoi risolvere entrambi i problemi? Soluzione: accetti tutti gli inviti, se sei Arthur Less. Inizia così una specie di folle e fantasioso giro del mondo in 80 giorni che porterà Less in Messico, Francia, Germania, Italia, Marocco, India e Giappone, riuscendo a frapporre migliaia di chilometri tra lui e i problemi che si rifiuta di affrontare. Una commedia romantica, una satira sul tipico occidentale all’estero, una riflessione sul tempo e sul cuore dell’uomo, che ha conquistato il Premio Pulitzer 2018.

Andrew Sean Greer è nato nel 1970 a Washington. È l’autore di Le confessioni di Max Tivoli (miglior libro 2004 per il San Francisco Chronicle e il Chicago Tribune, vincitore del Northern California Book Award, California Book Award, New York Public Library Young Lions Award, O. Henry Award), Storia di un matrimonio e Le vite impossibili di Greta Wells. È direttore della Fondazione Santa Maddalena.

L'incontro con Andrew Sean Greer è per Mercoledì 18 luglio 2018, alle 18, presso il Palazzo delle Poste di Cortina d'Ampezzo. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione dei posti consigliata, all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.